Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 21 agosto 2014

Di terra, di mare






Di terra e di mare, le nostre vacanze. 
La terra rossa della Puglia, quella terra che mi fa sentire a casa ogni volta che la rivedo, brulla o costellata di ulivi, fichi d'India e oleandri;












 la terra della campagna che ci ha accolto e ospitato e nutrito, in una bella masseria con orto e frutteto intorno, un sogno diventato realtà per qualche giorno: cogliere i frutti dagli alberi, cenare con i pomodori ancora caldi di sole, fagiolini lunghi, melanzane, zucchine, cogliere i meloni profumati, passeggiare tra le viti e i girasoli, al ritorno dalla spiaggia, per preparare la cena; 












































vivere senza orari, cenare alle 22, vegliare ancora e ancora cullati dal canto dei grilli, dal verso della civetta, salutare i gechi, osservare il gatto che dà la caccia ai topi, affrontare ogni notte la guerra impari contro le zanzare, chiacchierare fino a tardi, fare progetti e sognare ad occhi aperti, 



collezionare semi di fiori nella speranza di portarsi a casa un po' di Salento, un po' di ora, di questi giorni di cui adesso, alla fine, restano solo dolcezza e bei ricordi, pienezza di profumi, di sapori, di esperienze, di famiglia... La famiglia allargata che a casa ci manca, figli di emigranti, la famiglia allargata che qui si ritrova, con cui si festeggia a lungo, tra ricordi di chi non c'è più, le fiabe della nonna e le lezioni di dialetto.





Terra di tramontana e scirocco, di maestrale e ponente, dei panni lavati a mano tutte insieme, fuori, sotto la tettoia e il sole caldo, dei panni asciutti in qualche ora, dei vestitini nuovi comprati al mercato, della pelle abbronzata, dei fichi e dei pomodori che portiamo a casa in trecce. La terra dei nostri genitori e nonni, delle nostre estati bambine.




















E il mare. 







Mare che accoglie ricordi e speranze, pensieri e sogni, mare che culla con il suo ritmo incessante, mare di bagni in quattro e di giornate sulla riva, a costruire castelli e fiabe, a respirare a fondo vento e salsedine, a respirare tramonti...














Quest'anno siamo approdati qui acciaccati e tesi, ci è voluto un po' più tempo del solito ad ambientarci tra tosse e febbricole... ma, alla fine, terra e mare hanno lenito corpo e anima, i giorni sono scivolati via, come sabbia tra le dita, e adesso facciamo i conti con la malinconia del ritorno, facciamo tesoro della spensieratezza conquistata e dello sguardo reso nuovo dalla bellezza.




2 commenti:

  1. Avevi ragione... è proprio un bellissimo reportage delle vostre vacanze... che bello! Grazie per averlo condiviso!
    Le foto dicono molto, molto di più di mille parole!.
    Felice che la vostra vacanza vi abbia rigenerati!...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Primo: c'hai delle figliole che sono la fine del mondo, ma quanto sono belle? Favolose le foto, l'aria che si respira con le tue parole e voi, una parola: magnifici!
    Bentornati, tesori!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails