Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

sabato 21 giugno 2014

La gioia dell'imprevisto

È bella, la notte. La città si rilassa, pian piano tutto tace e si svegliano i profumi. Quello della terra umida di riso, quello del basilico e delle piante di pomodoro che oggi ci hanno regalato i primi frutti, quello della lavanda in boccio intrecciata al ribes, di cui oggi abbiamo colto gli ultimi frutti. 







Amo il mio balcone, le cene semplici con il mio pane appena sfornato e la nostra insalata, amo la notte e i suoi profumi, che per un po' diventano anche miei, amo i tigli del parco vicino che di notte arrivano fino a me. 



Amo il silenzio della notte, quando rivivono intorno a me le scene del giorno, nelle tracce dimenticate: i cuscini sul pavimento che erano casette, il picnic allestito, i puzzle che sono troppo belli per essere distrutti subito. Allora, guardandomi intorno e indietro, guardandomi dentro, mi sento felice e grata, anche se non tutto è andato come previsto, proprio perché non tutto è andato come previsto. 

Le bimbe sono state malate, la settimana scorsa, sono saltati molti programmi: i piumoni giacciono ancora sulla sedia della camera da letto in attesa di essere lavati e ritirati. Il bucato si è accumulato nel bagno di servizio e -ahimè- sui letti. Ma abbiamo costruito marionette a sei mani e messo in scena "Cappuccetto rosso", 



abbiamo giocato con  i colori e scritto e illustrato fiabe, 







ne abbiamo lette e ascoltate molte e ho goduto di momenti teneri sola con Letizia, 

"Ho scoperto che stare a casa è bellissimo perché stare con la mamma è bellissimo"

abbiamo piantato semi e ballato la taranta salentina con tamburelli e percussioni, abbiamo scritto canzoni

"E' stato quando abbiamo piantato cetrioli e aneto ma ho ancora due cose da raccontare tipo..."



"Mamma, leggila col ritmo perché è una canzone!"

ho accompagnato Diletta a scuola, una volta guarita, piano piano, passeggiando, chiacchierando e saltando le righe sull'asfalto e le ombre dei pali. Ho ricamato uno dei suoi disegni più belli su una sua maglietta. 



Avrei mai saputo o potuto programmare qualcosa di più bello? Sono sicura di no. E nel silenzio della notte inspiro il profumo, la gioia dell'imprevisto.


3 commenti:

  1. Oh che profondità hanno i racconti delle tue giornate!Grazie per la condivisione. Apprezzerei anche la ricetta del pane.... sono ai primi esperimenti di panificazione ma le varie ricette nei blog di cucina non mi hanno lasciato totalmente soddisfatta, i tuoi lievitati invece dalle varie foto sul blog sono veramente allettanti!condividi per favore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie IsaQ! La ricetta del pane la trovi qui, se hai il lievito madre ti consiglio il gruppo La pasta madre su facebook, lì troverai tutte le ricette più collaudate. Oltre al blog segnalato, poi, un blog molto affidabile per le sue ricette è Pandipane che, se non erro, riporta anche indicazioni per il lievito di birra. Spero di esserti stata utile, tienimi aggiornata :-)

      Elimina
  2. È proprio vero, a volte ci affanniamo a programmare attività mirabolanti (parlo soprattutto per me) per i bambini e poi le cose più belle sono quelle che si improvvisano...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails