Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

venerdì 7 marzo 2014

Offerta

Quest'anno non sono riuscita a formulare un proposito specifico per la Quaresima. Esco da un periodo difficile e in questi giorni di sole e primavera, di gemme che stanno per esplodere e di cieli azzurri, mi sento rinascere; mi sento come quando ci si sente di aver "già dato", più pronta per la Pasqua di Resurrezione che per quaranta giorni nel deserto.

Poi è arrivato oggi.



Stasera sono in ritardo con la cena, siamo state fino al tramonto al parchetto, a giocare con fango, a immaginare formiche giganti, a dare nomi agli alberi armate di bacchette magiche; 



temo che l'insalata di polpo non sarà pronta in tempo, inizio a grigliare zucchine, mi accingo a ricorrere alle pannocchie salva-cena, tiro fuori un avocado per improvvisare una guacamole; interrompo ogni due minuti per sedare un litigio, legare una gonnellina da fata, infilare delle ali a una figlia, "Mamma, ci dai una carotina da sgranocchiare?"... Mi vedo come al rallentatore, sento tutta la stanchezza della giornata addosso. 

Riavvolgo il filo della pellicola cercando l'origine di questa stanchezza: stamattina primo servizio esterno per la mia alunna, allestimento di un buffet per 200 persone, in occasione della festa della donna: ha preparato i piattini dello zucchero e poi servito le bevande in mezzo alla confusione, concentrata e attenta, ha lavorato in sintonia con i compagni; mi sono sentita felice, è stata una mattina emozionante. 
Mi ero svegliata in anticipo, colazione per me e le bimbe, lavate e vestite per far trovare tutto pronto ai nonni che le avrebbero accompagnate a scuola. Non è servito a molto, vengo a sapere più tardi che Diletta ha di nuovo fatto i capricci con i nonni per uscire di casa; ma Leti, nel momento del bisogno, le è stata sorella, l'ha convinta ad uscire da sotto il letto, le ha messo le scarpe, l'ha accompagnata fin dove ha potuto... sono una mamma fortunata.
E' stato bellissimo muoversi di nuovo in bicicletta in città; dopo il lavoro ho fatto un salto alla mia ex scuola: un rimescolarsi di emozioni... e il pruno già in fiore.  
Un salto dai miei genitori per "annusare" un po' di casa. la bici mi porta dappertutto, anche indietro nel tempo per qualche ora, in cui torno figlia, per un pranzo e due chiacchiere.
Alberto va a prendere le bimbe a scuola dopo il lavoro, prima di mettersi a riposare per tornare a fare il turno di notte; sono una moglie fortunata. 
Ed ecco il parchetto, sulla bici in tre, giochi e altalena, e "sfanghiamo gli stivali", la discesa del garage, "mamma...", "e va bene, mezz'oretta di cartoni mentre preparo la cena".

E' di nuovo adesso, e la stanchezza ha un significato, un valore nuovo. Ho fatto qualcosa, qualcosa di buono, mi sento, nel mio piccolo, con tutti i miei limiti, artefice: non è una stanchezza annoiata, la mia, ma piena di fare, piena di buono; in questo primo venerdì di Quaresima, ho forse, nonostante tutto, qualcosa da offrire: la mia stanchezza, il mio sorriso a fine giornata, il po' di bene che ho dato al mondo, il tanto che ne ho ricevuto. Non esiste il "già dato", la gioia è gratitudine, è offerta quotidiana.



7 commenti:

  1. Che bellissimo post! E che profondità le tue parole... grazie di averle condivise, sono d'ispirazione anche a me.

    RispondiElimina
  2. Io invece lo sto attraversando ancora il periodo difficile al lavoro e questo mi lascia stanca e con un senso di amarezza. Difficile così fare propositi...
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace tanto, Claudette! Se puoi, prenditi un momento per fare pausa e godere del sole e della primavera imminente: per me, dopo tanto grigiore, è stato salvifico; e offri anche la tua amarezza a Chi saprà farne qualcosa di buono. Ti abbraccio!

      Elimina
  3. Una ricca riflessione quaresimale, grazie!
    Il tuo proposito potrebbe essere proprio questo: riavvolgere il filo delle tue giornate per trovarne tutti gli aspetti positivi.
    Ciao e buona domenica =)
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Mi ero dimenticata di farti i complimenti per la foto con i colombi: hai colto proprio un bell'attimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E' stata un colpo di fortuna, sono venuti a trovarmi mentre mi vestivo sul davanzale della finestra :-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails