Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

lunedì 13 maggio 2013

Perchè io lo conosco

Quante volte lo diciamo, di quelli che amiamo? Figli, compagni, amici, alunni: "Lo conosco, so cosa farà, come si comporta in determinate situazioni"; "Mi conosco...", quante volte lo diciamo di noi stessi? 
Non neutralizziamo il mistero insondabile di ognuno, il piacere di scoprirsi e stupirsi ogni giorno, la libertà di essere diversi, di cambiare, di ricominciare. Non priviamoci della curiosità che avvicina all'altro, non priviamo chi ci sta intorno dello slancio a crescere:

Ah smetti sedia di esser cosi sedia!
E voi, libri, non siate così libri!
Come le metti stanno, le giacche abbandonate.
Troppa materia, troppa identità.
Tutti padroni della propria forma.
Sono. Sono quel che sono, solitari.
E io li vedo a uno a uno separati
e ferma anch'io faccio da piazzetta
a questi oggetti fermi, soli, raggelati.
Ci vuole molta ariosa tenerezza,
una fretta pietosa che muova e che confonda
queste forme padrone sempre uguali, perché
non è vero che si torna, non si ritorna
al ventre, si parte solamente,
si diventa singolari.
                                    (di Patrizia Cavalli)



2 commenti:

  1. bella, molto bella.
    Ed è vero. Tutti noi cambiamo in qualche modo.
    L'importante è accettarsi nel cambiamento, anche se perdiamo qualcosa di noi, per strada. :-)

    RispondiElimina
  2. Che bella poesia! Mi ci voleva in un periodo in cui mi sento tanto una giacca sempre uguale, che non riesce a evolvere! Grazie!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails