Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

mercoledì 29 febbraio 2012

In biblioteca

Chi conosce la nostra casa lo sa, è piena di libri: un'intera parete in sala a casa di un'insegnante non può mancare... libri nello studio, libri nella stanza delle bimbe, libri in cucina e libri anche in bagno... Ero ancora una mamma "in potenza" e già facevo incetta di fiabe... Eppure continuavo a rimandare una delle esperienze più belle: respirare libri, parlare sottovoce, parlare con le mani, rispettare il silenzio, vedere altri bimbi grandi e piccoli che leggono, avere cura dei libri di tutti, sceglierli e rimetterli a posto, a piene mani... Poi ho letto il suo post e ho deciso che lo spazio privilegiato che cercavo da tempo per me e Letizia lo avrei cercato lì, in biblioteca... Poi... è finito che ci siamo andati tutti insieme... Ed è stato ancora più bello di quanto potessi immaginare:


Diletta impara a camminare tra sedie e tavolini a sua misura, sfoglia libri, ride con i pupazzi, sonda consistenze diverse... 





Letizia saltella di scaffale in scaffale, insaziabile e curiosa rivendica il diritto di scelta... sale con mamma fino in mediateca a scegliere anche qualche cartone animato, da alternare alla lettura... 




Papà sceglie, legge, improvvisa, inventa storie bene come solo lui sa fare...


E io sono felice. E inizio a pensare che non sia impossibile tornare sola con entrambe le bimbe. E scalpito all'idea di montare due seggiolini sulla mia bicicletta. E, fuori e dentro, sorrido.

lunedì 27 febbraio 2012

Coccolarsi...

A volte noi mamme ne abbiamo proprio bisogno... A volte basta rendere un po' speciale la quotidianità... A volte, basta un caffè!


Buona settimana di coccole a tutti!


venerdì 24 febbraio 2012

Felicità...

...è il primo giro in altalena dei suoi tre  anni:



...è il primo giro in altalena della sua vita:



E' il primo spettacolo a scuola:


La prima casetta:


Le prime prove d'equilibrio:


Felicità... a volte ne bastano briciole per riempirti la vita!

martedì 21 febbraio 2012

Carnevale

Non l'ho mai amato... troppa confusione e l'odio per gli scherzi di cattivo gusto, la schiuma da barba addosso, la maleducazione travestita da divertimento... ma una cosa me lo ha sempre reso dolce: i costumi cuciti con cura per me dalla mia mamma... ecco perché, anche se è un periodo particolarmente faticoso, per la festa della scuola non ho voluto far mancare a Letizia un costume realizzato insieme: un elastico e tanto tulle, due ali, un cerchietto e una bacchetta l'hanno resa la principessa delle fate più felice della scuola!






Poi il papà ha aggiunto una trombetta...




Le maestre una mascherina...




Diletta un gattino da rincorrere



E un po' di sano trucco-bimbi fai da te:




Vi confesso che il Carnevale da mamma inizia a piacermi!

lunedì 20 febbraio 2012

Come fai con due?

A volte le giornate sono dure, a volte mi sembra di saper solo urlare, a volte la stanchezza prevale e si alterna con il senso di colpa per il lavoretti mancati, per le attività con Letizia sospese  per un'urgenza improvvisa con Diletta, per quella spensieratezza di un tempo che ora diventa troppo spesso divieto, minaccia, sgridata...

Poi accompagni una fatina a scuola e scopri che ha raccontato alle bidelle che il vestito di carnevale glielo stava preparando la sua mamma... 


Poi lasci che a tavola siedano vicine e questo è il risultato:



Poi ti accorgi di quanto è bella, naso all'insù, stupita dal cielo azzurro tra le case...
Poi ti accorgi di quanto è felice dopo una corsa con te per le vie della città...


E ti senti grata alla vita, e capisci che le tue figlie ti amano al di là delle urla, capisci quanto le ami, al di là delle urla, capisci che ti ascoltano anche quando non ascoltano... capisci che la vita è fatta di istanti, che in ogni momento si può ricominciare, e fare meglio, giorno per giorno...


martedì 14 febbraio 2012

Amarsi... giorno per giorno



Amarsi nei giorni sì, Amarsi nei giorni no, in quelli in cui si ruba un caffè da fidanzatini in un'ora buca e in quelli in cui neppure ci si incontra... Amarsi per mille piccoli motivi, e dichiararlo, scriverlo, ricordarselo ogni giorno come quei primi giorni da sposini in cui ci lasciavamo post-it sugli specchi... Buon S. Valentino, Amore mio!




lunedì 13 febbraio 2012

Undici mesi




Undici mesi, piccola mia, soprannominata Duracell da quando hai pensato di mangiarti di soppiatto una pila facendoci passare una giornata con il cuore in gola, la spola tra l'ospedale di casa e quello di Torino, amiche strette in un abbraccio di pensieri e parole di conforto e aiuto... 

lunedì 6 febbraio 2012

Neve a domicilio

Era stato il suo desiderio di capodanno, "Leti, cosa vuoi per il nuovo anno?" "La neve!" e, non avendola trovata il primo gennaio ("Ma non c'è la neve!"), ci aveva riprovato invano con la befana... Quando finalmente è arrivata, noi eravamo chiuse in casa col febbrone e le tonsille grosse come due noci, condannate a 7 giorni di antibiotico... come sempre Leti prende di buon grado ogni medicina: "Così mi passa a febbre e facciamo il pupazzo di neve, vero mamma?"... Potevo forse rischiare che trovasse solo uno strato di ghiaccio ad accoglierla?
E così...
Una tinozza, mani di mamma gelate, tuta da neve, guantini, vasca, carota e gusci di noci = felicità!


venerdì 3 febbraio 2012

Ciao, zia

Adesso ho capito il perchè di tutta questa neve... preparavano la farina, lassù, dopo un'eternità ad aspettare la tua pizza... 
Dicono che la distanza renda meno acuto il dolore di una perdita... non so se è vero, so che la distanza da una famiglia sparpagliata per L'Italia è carica di rimpianti... per il tempo non trascorso insieme, per quegli incontri che si contano sulle dita di una mano... 
Però quando mamma si è operata tu c'eri... e il tuo cagnolino -chissà quante feste ti sta facendo adesso- ti ricordi come cantava con Laura che suonava l'armonica? E c'eri al mio matrimonio, nel vestito che indossavo... e ci sei ogni giorno quando apro un armadio e trovo un tuo regalo... e ci sei nella pizza di famiglia e nel mio amore per la cucina, e nei modi di dire, nelle risate al telefono, perchè con te si poteva parlare proprio di tutto... 
Per me sarai sempre la felicità di un pomeriggio di sole nel Parco di Villa Borghese, quell'ora libera durante una delle prime gite scolastiche da prof., quegli abbracci sciolti a malincuore...
Nonna del corsaro nero, mamma di gemelli a diciott'anni, capace, a settanta, di attraversare l'Oceano in aereo per raggiungere una figlia, "Hai bisogno di qualcosa?" mi chiedevi sempre... la mia risposta è quella di allora, zia, di te, accanto, e delle tue preghiere... 
Ciao, zia, e grazie per aver reso questo mondo, il mio mondo, più ricco e migliore... so che sei in famiglia, nell'Amore che hai sempre donato a tutti... per noi sei e sarai sempre CASA...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails