Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

mercoledì 5 dicembre 2012

Cornetti a colazione

Dopo il primo esperimento, la cui lievitazione non mi aveva del tutto soddisfatta, mi sono cimentata di nuovo con la ricetta dei cornetti di panbrioche e questo è il risultato:


Ormai una nuova tradizione è inaugurata: la domenica impasto e per tutta la settimana o quasi sono cornetti a colazione! 
Ho riadattato la ricetta di vivalafocaccia alla macchina del pane: ho inserito nel cestello tutti gli ingredienti, prima i liquidi: 

150 gr latte, 
un cubetto di lievito sbriciolato, 
150gr di zucchero, 
2 uova, 
50 gr di burro a pezzi

Poi le farine:

300 gr di manitoba e 200gr di farina 00

Ho avviato il programma "impasto e lievitazione", aggiungendo appena una spolverata di farina per aiutare la formazione di una palla elastica ma non troppo asciutta. Dopo un'ora e mezza ho diviso in due l'impasto lievitato, steso in un cerchio, diviso a spicchi e farcito come nella ricetta originale
Con queste dosi mi sono usciti 12 cornetti, di cui 8 prontamente surgelati in questa fase della preparazione. Gli altri quattro, disposti sulla leccarda del forno, sono rimasti a lievitare per 5 ore, fino a raddoppiare di volume; a seguire una spennellata di latte e 15 minuti in forno a 180° per la cottura.
Per quelli surgelati l'operazione sarà la stessa avendo cura di tirarli fuori dal freezer la sera prima e lasciarli a  lievitare tutta la notte in forno.
Caldi caldi, li lascio al mattino sul tavolo, uscendo, per un buongiorno speciale ai miei amori... e una giornata da iniziare col sorriso (e con i baffi di cioccolata)!






3 commenti:

  1. Ci proverò anche io! Tra l’altro ho appena preso in prestito la macchina del pane dai miei genitori, quindi, anche se non ho ancora preso dimestichezza con questo aggeggio e i primi esperimenti di pane sono stati disastrosi, questo week end mi cimenterò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per me la macchina del pane è comodissima per il programma impasto+lievitazione: il primo viene omogeneo ed elastico, la seconda -in ambiente protetto e tiepido al punto giusto- è sempre un successo; raramente la uso invece per cuocere, mi soddisfa poco, preferisco sbizzarrirmi facendo panini cui aggiungo semi o cipolla a pezzetti/olive per poi cuocerli in forno...

      Elimina
  2. mmmhhh devono essere deliziosi...
    una goduria!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails