Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

mercoledì 14 novembre 2012

Il male dentro

Ci sono giorni in cui mi ritrovo a fare brutalmente i conti con la mia imperfezione. E quando della mia imperfezione fanno le spese coloro che amo non so perdonarmi. Ci sono giorni che trascorro a chiedere scusa, errore dopo errore. E quando arrivano a sera, quei giorni, mi raggomitolo sul divano, cerco un programma stupido per anestetizzare la tristezza e provo a perdonarmi almeno un pochino, maglia dopo maglia, ferro dopo ferro...



Ci sono giorni in cui mi salva preparare una lezione: Renzo che cammina in preda alla rabbia, in preda agli istinti omicidi; il male più pericoloso è quello che ci portiamo dentro, quello che neghiamo a noi stessi, è contro questo la lotta decisiva.

Renzo era un giovine pacifico e alieno dal sangue, un giovine schietto e nemico d'ogni insidia; ma, in que' momenti, il suo cuore non batteva che per l'omicidio, la sua mente non era occupata che a fantasticare un tradimento. Avrebbe voluto correre alla casa di don Rodrigo, afferrarlo per il collo, e... ma gli veniva in mente ch'era come una fortezza, guarnita di bravi al di dentro, e guardata al di fuori; che i soli amici e servitori ben conosciuti v'entravan liberamente, senza essere squadrati da capo a piedi; che un artigianello sconosciuto non vi potrebb'entrare senza un esame, e ch'egli sopra tutto... egli vi sarebbe forse troppo conosciuto. Si figurava allora di prendere il suo schioppo, d'appiattarsi dietro una siepe, aspettando se mai, se mai colui venisse a passar solo; e, internandosi, con feroce compiacenza, in quell'immaginazione, si figurava di sentire una pedata, quella pedata, d'alzar chetamente la testa; riconosceva lo scellerato, spianava lo schioppo, prendeva la mira, sparava, lo vedeva cadere e dare i tratti, gli lanciava una maledizione, e correva sulla strada del confine a mettersi in salvo. 

"E Lucia?" Appena questa parola si fu gettata a traverso di quelle bieche fantasie, i migliori pensieri a cui era avvezza la mente di Renzo, v'entrarono in folla. Si rammentò degli ultimi ricordi de' suoi parenti, si rammentò di Dio, della Madonna e de' santi, pensò alla consolazione che aveva tante volte provata di trovarsi senza delitti, all'orrore che aveva tante volte provato al racconto d'un omicidio; e si risvegliò da quel sogno di sangue, con ispavento, con rimorso, e insieme con una specie di gioia di non aver fatto altro che immaginare.

L'Amore che ci salva e ci rende migliori. Sì. Posso essere migliore, per Amore.



16 commenti:

  1. Bel post, grazie per la riflessione, buona giornata!!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ognuna di noi penso che abbia giornate come queste... specialmente se si è madri e mogli. E' inevitabile sperare di fare sempre di meglio... ma sono certa che rendersene conto è già un gran passo avanti!
    Ti abbraccio forte e mi auguro con tutto il cuore che oggi sia una giornata migliore!!!!

    RispondiElimina
  3. Stesso "tema" del mio ultimo post. Sono giorni pesanti eh? Tu sferruzzi, io zappetto...le mani occupate ripuliscono il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "mani occupate ripuliscono il cuore", che bella! Ci facciamo una maglietta :-)? Smak!

      Elimina
  4. Le giornate in cui ti senti una schifezza capitano...però poi passano. L'amore può tanto, e per me anche buttare giù qualche crocetta su tela è terapeutico. Un grosso abbraccio, Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto pensare che è qualche mese che accarezzo l'idea di riprendere a ricamare... quasi quasi! Grazie Patty!

      Elimina
  5. se non sbagliassimo non saremmo umane.... c'è molta più bellezza nella normalità che nella perfezione.... bisogna solo saperla guardare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "c'è molta più bellezza nella normalità che nella perfezione" Questa me la scrivo ovunque! Grazie!

      Elimina
  6. Come ti capisco... delle volte sembriamo quasi incapaci di smettere di peggiorare la situazione e continuiamo a sbagliare e a chiedere scusa...

    non siamo infallibili.
    e bisogna chiedere scusa.
    e bisogna cercare di perdonare noi stesse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. E domani è un altro giorno, migliore. Un bacio!

      Elimina
  7. sicuramente l'Amore è la guida... ma la strada spesso, non è così facile da seguire... pian piano...
    un passo alla volta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giorno per giorno, hai ragione, a volte lo dimentico :-), grazie Kikka

      Elimina
  8. L'Amore è l'unico vero balsamo che scalda il cuore. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. arrivo con un poco di ritardo e tu sai perchè.
    ma questo post non riesco proprio a trovarlo nè pesante nè triste.
    le parole di Manzoni, le tue del finale, sono un augurio per l'anima, un toccasana per le giornate.
    e questa, di giornata, la dovresti considerare meravigliosa già solo perchè hai scritto un post così bello...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails