Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 26 luglio 2012

Aggiungi un posto a tavola

La tavola perfettamente apparecchiata non è mai stata nelle mie corde, lo confesso. Oh, mi piace, mi piace moltissimo. Però. 
La tovaglia di stoffa si è rivelata ben presto un accessorio poco utile e molto dannoso e non solo per i tentativi della mia figlia piccina di improvvisarsi Houdini e sfilarla in un colpo solo: insomma, diciamocelo, per averla perfettamente pulita ad ogni pasto, dopo ogni pasto va lavata, o almeno smacchiata, se no si riduce presto ad una cronistoria imbarazzante dei pranzi di famiglia... 
La tovaglia di plastica: neppure quella ha avuto lunga vita; sì, arreda... ma quel senso di appiccicume d'estate a contatto con le braccia, quel suo prestarsi così bene alle ditate unte... in men che non si dica l'ho usata per impermeabilizzare l'interno dello zainetto di scuola di Letizia. 
Poi è stata la volta delle tovagliette americane: le ho provate di bambù, ovviamente ero neo-sposina, ovviamente mi sono subito resa conto che sono perfettamente inutili per non parlare dello spettacolo desolante al loro sollevamento: una distesa di briciole... e quando cade la goccia di sugo? Vogliamo parlarne? Bocciate. 
Plastica: quelle trasparenti con i frutti o i fiori, quelle che ognuno ha la sua fantasia e quando le risciacqui si-attaccano-con-effetto-ventosa ad ogni superficie... 
Insomma, a casa nostra si pranza sul nudo tavolo, con la sua superficie in laminato così semplice da pulire con un colpo di spugna, una tavola senza fronzoli dove non è raro che manchi l'essenziale.
Però non mi sono mai arresa e questa volta forse ho trovato un valido compromesso. O almeno un'ottima occasione per cucire qualcosa di carino:




Più piccole e facilmente smacchiabili di una tovaglia e già accessoriate :-D, ottime per apparecchiare un tavolo da pic-nic, un prato o un pavimento, per scivolare nonostante le gambe nude e sudate, per volare sulle nuvole e ritorno... 





i piatti  non sono perfettamente tondi e hanno qualche piega perchè mi sono illusa di poterli cucire senza l'aiuto della carta termoadesiva, i coltelli sono al contrario... però le figlie le adorano, forse così impareranno ad apparecchiare... e forse imparerò anch'io :-D!



9 commenti:

  1. Veramente carine! Da copiare! Noi usiamo le tovaglie di stoffa con tanto di cronistoria di tutti i pranzi e cene, dato che non uso, per principio, detersivi e lavaggi tanto aggressivi da togliere le macchie strong e sinceramente non è che mi importi molto. Però tengo una tovaglia buona in serbo in caso di eventuali ospiti, cosa che non succede mai perchè non abbiamo spazio heheh! ;-)) Ciao!

    RispondiElimina
  2. Che bella idea! Concordo pienamente sulla tovaglia in tela cerata, quando ti si incollano le braccia è una cosa orribile!

    RispondiElimina
  3. metodo montessori? http://www.mammafelice.it/2009/11/06/attivita-montessori-apparecchiare-la-tavola/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, parlare di metodo Montessori nobilita decisamente i miei divertimenti con la macchina da cucire :-), grazie per il link!

      Elimina
  4. ma che carine!! bravissima!

    RispondiElimina
  5. A me invece piace la tavola apparecchiata con la tovaglia di stoffa e tutti gli annessi connessi, però la tua idea è molto divertente e originale.
    Claudette

    RispondiElimina
  6. Io uso la tovaglia di stoffa. In realtà ne ho "sacrificate" due (metti una, lava l'altra) che ormai nemmeno il più tossico degli smacchiatori riuscirebbe a pulire e che uso solo "in famiglia" (ma tanto io so che sono lavate!). Con gli ospiti però non le utilizzerei nemmeno sotto tortura! :-))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails