Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

mercoledì 4 aprile 2012

Diamo loro tempo... ovvero: dell'antibiotico ai bambini

5.30 del mattino: mi sento accanto un fornelletto agitato, respiro affannato; il termometro sentenzia: 39,5°C... tachipirina... e inizia l'attesa... e ogni volta quel senso di impotenza, quella tentazione irrazionale di fare tutto -ma proprio tutto anche se inutile- il possibile... Ogni volta però mi faccio violenza: non possiamo evitare il dolore ai figli, possiamo insegnare loro ad affrontarlo, il più delle volte possiamo stare semplicemente loro accanto, mentre lo insegnano a noi... lo stesso è per la malattia, fosse anche una semplice febbre. Ho deciso di dare prima di tutto tempo e Amore alle mie figlie: darò loro tempo e Amore per costruire la loro felicità, per fare le loro scelte, per fare i loro errori, per leccare le loro ferite... do loro tempo per guarire, anche quando la tentazione di ricorrere a scorciatoie fasulle, all'antibiotico subito, è forte... e lo è ogni volta... ma mi impongo di star lì, almeno per tre giorni, semplicemente accanto, tanto latte di mamma, qualche rimedio omeopatico (con Letizia era più semplice, dire che Diletta ha un'idiosincrasia per le medicine è dir poco), tachipirina al bisogno e pazienza... pazienza per il loro malumore e malessere, per il vomito e per la casa più sottosopra del solito... un giorno, due giorni, tre giorni... questa volta sono stati quattro e devo ringraziare le amiche che mi hanno fatto riflettere su sintomi senza dubbio semplicemente influenzali... e come per magia, una sera, la febbre non si ripresenta, torna il sorriso e si riparte, un po' più forti...




21 commenti:

  1. io ODIO gli antibiotici!!! e tu sei stata ganza a non cedere a quel tranquillante per mamme che fa solo male ai bimbi!
    però adesso guarite anche dal resto e correte qui daiiiiiiiiiiiiiii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stiamo impegnando tantissimooooo :-D!

      Elimina
  2. Daccordissimo!
    Io se posso aspetto anche per la tachiperina: nel senso che delle volte anche se la febbre è sopra 38, non ho dato subito la tachiperina perchè "vedevo e sentivo" che non stava poi cosi male. Altre volte invece anche se la febbre non arrivava a 38 era uno straccio.
    E' vero anche che fin'ra sono stata fortunata che i mie bimbi non si ammalano spesso...perciò ho la pazienza necessaria per aspettare che il loro organismo impari a difendersi da solo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, tachipirina quando le vedo sofferenti :-)!

      Elimina
  3. noi abbiamo abbandonato tachipirina e antibiotico da circa due anni. Adesso, dopo la malattia i bambini sono più forti.
    un bacio a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbandonarli a priori no, non me la sentirei: sono fermamente convinta della loro utilità e del fatto che sia un privilegio per noi averne accesso senza difficoltà... Certo vantare un record del genere, non aver cioè bisogno di ricorrervi per tanto tempo, dovrebbe essere il sogno di tutte le mamme :-D!

      Elimina
  4. Sono d'accordo, anche io aspetto sempre con pazienza perchè sono contraria a dar loro l'antibiotico, gliel'ho do quando è proprio necessario altrimenti faccio proprio come te, con la sofferenza nel cuore perchè ogni volta vorrei essermi presa io il malanno anzichè loro!!! Ma penso che tu mi capisca benissimo...

    RispondiElimina
  5. vi auguro che vi vada sempre tutto bene, che i vostri figli non abbiano mai niente di serio. perchè l'antibiotico non siamo noi genitori a decidere se darlo o no, è il nostro medico che dovrebbe dirci se è necessario e in che modalità somministrarlo. è vero che nella maggiorparte delle volte le malattie dei bambini regrediscono spontaneamente, ma c'è una piccola percentuale in cui una bronchite può diventare polmonite, un'otite può perforare il timpano, una congiuntivite può causare un'ulcera corneale, ecc. l'antibiotico, in caso di infezione batterica, serve proprio a scongiurare quel rischio (in caso di infezione virale si sa che l'antibiotico è inutile). del resto quando gli antibiotici non c'erano si moriva anche di polmonite. riguardo ai rimedi omeopatici, tanto vale non dargli niente, risparmiereste un bel po' di soldini. però almeno abbiate la cortesia di tenervi a casa i vostri bambini scatarranti perchè se non prendono l'antibiotico sono infettivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è assolutamente vero che ci sono casi in cui sono necessari, ma non siamo noi mamme a deciderlo e a "cedere" agli antibiotici.
      ci sono pediatri apposta il cui lavoro è proprio quello di consigliare le medicine migliori per i nostri figli.
      e comunque quelli che danno antibiotici ai figli di continuo, fanno solo in modo di abbassare le loro difese immunitarie per le settimane successive in modo che poi si prendano tutto quello che gira nell'aria e nelle scuole, propagandolo a dismisura.
      e non so cosa sia peggio.

      Elimina
    2. Anche tu secondo me hai un pediatra sensato e sei una persona sensata che non dà gli antibiotici come caramelle.
      Ma ci sono genitori che davvero dicono "Ahhhh, ha la febbre gli do' l'antibiotico PER PREVENZIONE". Ma prevenzione de che?!?!
      Io poi trovo che i rimedi omeopatici in certi casi (es tosse normale, non bronchite) funzionino meglio dei tradizionali.

      Elimina
    3. Aspetta @CosmicMummy, non ho scritto che l'antibiotico sia inutile, anzi! Nè ho scritto di non averlo mai dato, sia chiaro. Dico solo che spesso (me lo conferma anche la pediatra) i genitori PRETENDONO che sia prescritto l'antibiotico per non parlare di chi lo somministra preventivamente (sempre la pediatra mi ha parlato di assurdità del genere)... non sono fautrice di un ritorno al passato, mai sia, nè di un'autoterapia ad oltranza... credo però fermamente che si debba contrastare l'istinto di dare superficialmente e inutilmente l'antibiotico, sia da parte dei genitori, sia, soprattutto, da parte di medici che a volte procedono per automatismo invece di fare tamponi per accertarsi dell'origine batterica dell'infezione... così come è giusto tenere a casa da scuola i bambini malati (che prendano o meno l'antibiotico) così è responsabilità nei confronti di tutti non dare superficialmente medicinali che rendono sempre più aggressivi e resistenti i batteri responsabili delle infezioni.

      Elimina
  6. Io penso che l'antibiotico si dà quando serve.
    Ida ha appena fatto una brutta otite e siccome non si lamentava per due giorni non ce ne siamo accorti. Quando l'ho portata dalla ped siccome non aveva febbre mi ha detto che se volevo potevo aspettare ancora mezza giornata, ma che ormai dopo 48 ore era quasi certo di doverglielo dare.
    Ho aspettato ma il dolore aumentava e quindi l'ho usato.
    Ma per il resto...io onestamente non capisco due cose:
    1. se tuo figlio ha l'influenza VIRALE a che cavolo serve dare qualcosa che combatte quelle BATTERICHE?!? Ma curalo per quel che ha cavolaccio!
    2. ma solo a me la ped dà la prescrizione precisa al millilitro e anzi un po' scarsina? ma come fanno le madri a poter decidere di dare l'antibiotico subito?!? ci vorrà bene una ricetta di un medico!
    Chi sa rispondermi? Perchè io ci divento matta a cercar di capire O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco infatti, concordo in pieno.
      è il PEDIATRA a decidere cosa dare e cosa no.
      ma la maggior parte delle persone che conosco va direttamente in farmacia e supplica finchè esce col bottino di antibiotico per qualsiasi cazzata.

      Elimina
    2. Ma come fa un farmacista serio a prendersi certe responsabilità?!?
      Io non ci dormirei la notte...

      Elimina
    3. Ecco, posso andare a scuola tranquilla lasciando il blog incustodito :-D, avete fatto alla grande le mie veci, interpretando perfettamente il mio punto di vista... grazie amiche :-*!

      Elimina
    4. :) meno male, temevo di essere stata indiscreta <3

      Elimina
    5. Indiscreta? Mi casa es tu casa :-D!

      Elimina
  7. Resisto anch'io. Combattendo contro tutti gli altri. Ma i 39.7 di ieri sera han fatto star male più me che lei... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coraggio, qui siamo in piena varicella!

      Elimina
  8. la malattia è il nostro corpo che ci chiede un po' di tempo, di rallentare, di cambiare... tempo e amore... e un po' di tachipirina non guasta mai!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails