Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

venerdì 30 settembre 2011

Sorridete... Click!

La prima macchina fotografica digitale di papà... tecnologia vintage...



un'eredità ambita e conquistata...



E con questa foto by Letizia...

"La mia amica Diletta"

...partecipiamo al  CANDY CAMERA 2011  di Vogliounamelablu... ci votate qui :-D?



giovedì 29 settembre 2011

Bavagliolo multi-strato per la scuola - tutorial

Vi ricordate zo-zo Letizia :-)? Beh, per quanto ora sia capace di mangiare un intero cono gelato senza lasciarne cadere una goccia... sbrodolarsi è ancora fonte di grande divertimento, soprattutto adesso che c'è una zo-zo Diletta da imitare :-D! E così, nei progetti realizzati per l'inizio della scuola, non poteva mancare un bavagliolo a prova di pasticci! 

martedì 27 settembre 2011

MomCamp 2011

Amiche... 




e finalmente volti, abbracci, sorrisi, emozioni, risate... è stato tutto questo, il mio primo MomCamp... e due bimbi che giocano felici per un pomeriggio intero... 


e le loro sorelline che si guardano curiose... 


e il bucolico cambio del pannolino... 



e un'organizzazione impeccabile a misura di famiglia... E' stato l'emozione di vedere e ascoltare cosa donne&mamme siano in grado di costruire e alimentare partendo da se stesse, dall'abilità maturata nel fare tante cose contemporaneamente, dalla volontà di rendere il mondo un posto migliore per i nostri figli... reti, progetti, lavori: un'appassionante avventura si profila all'orizzonte per le mamme 2.0... e sono fiera di farne parte accanto a tante persone speciali!


lunedì 26 settembre 2011

Amo i temporali e i giorni di pioggia...

...quelli che mi fanno capire che anche senza parchetto, che anche senza tv, il pomeriggio può essere bello, divertente e tranquillo, tra coccole, lezioni di gattonamento, 



libri,


giochi con la palla tutte e tre insieme,


e la guerra al coccodrillo armate di calzini puzzolenti :-D!


... quelli che mi fanno scendere in cantina a cercare "il cavalletto da pittura che mi avevano regalato quando ero bambina e che deve essere lì, da qualche parte"... e che mi fanno tornare con collezioni di dinosauri e gattini, pastelli a cera e album da colorare, libri di fiabe... e il cavalletto, naturalmente :-)



... quelli che, in cantina, ti fanno scoprire che le tue passioni sono state anche quelle della tua mamma, e, forse, di tutte le mamme in ogni luogo, in ogni tempo


... quelli che ti fanno rispolverare la pasta al forno... e pranzo e cena sono pronti in un colpo solo, per la gioia... proprio di tutti!


venerdì 23 settembre 2011

Di blogger e super-eroi

Qualche giorno fa mi sono trovata a ridere tra me, a pensare che siamo un po' come i super-eroi dei fumetti, noi blogger, nella vita di tutti i giorni mamme, impiegate, commesse, cassiere, insegnanti, studenti, fisici, veterinari, segretarie... insomma, quelle che si arrabattano tra casa, lavoro, figli e mariti, quelle che si passano accanto al supermercato o alla fermata del bus... e poi siamo quello che siamo qui, con i nomi che ci siamo scelte o trovate addosso, con le confidenze ad anima nuda, le complicità, le affinità... E così mi guardo intorno, incontro uno sguardo e mi chiedo: "Chissà se anche lei... "... E poi ti trovi per caso, che so, ad un corso di maglia, e ti scappa la confidenza: "ho un blog"... e, per una volta, non incontri lo sguardo attonito di chi ti immagina con un esserino  gelatinoso e tutto verde che ti succhia il cervello (il blo(b)g nell'immaginario collettivo, appunto)... "In effetti... anch'io!" (Vero Mamiatheart ;-)?)... 
E... mamma mia quanto è bello, ogni volta che ti accorgi che non è solo un sogno, questa realtà virtuale, ogni volta che sfonda il muro dello schermo e diventa risate, chiacchiere, occhi, pelle e colore, giochi e giri sulle giostre di grandi e piccoli amici
Domani, in ritardo, dopo la mattina di lezione, con famiglia al seguito sarò al MomCamp... giù la "maschera", via alla danza delle emozioni :-)!





domenica 18 settembre 2011

Ecco come è andata...

Per voi che ci avete pensati, per voi che avete condiviso l'emozione del primo giorno di scuola, per voi che eravate trepidanti davanti a quei cancelli, o a casa, o al lavoro, pensando ai nostri bambini, grandi e piccoli, e al loro nuovo inizio, per voi che avete asciugato lacrime o raccolto sorrisi col cuore in gola, per voi che ci avete chiesto come è andata...




Sono due giorni che Leti mi chiede quando riaprirà la scuola, sono anche cinque giorni che ci gocciola il naso per il primo raffreddore ;-)... Ma questo entusiasmo varrà pure qualche fazzoletto, no? 

venerdì 16 settembre 2011

Ho ritrovato me stessa

E' bastato essere di nuovo lì, respirare i loro 14 anni, ascoltarli raccontare di sè, spesso senza filtri -mi stupisce sempre-... 
Due ore a parlare dei loro libri preferiti... all'inizio dell'anno si può fare: un po' di lentezza, conoscersi anche attraverso la carta stampata... leggono, sì, leggono, evviva! Leggono i libri dalla copertina accattivante, magari credendo davvero alle recensioni sul retro: "miglior libro dell'anno...", leggono i libri dell'ultima saga tv ma leggono... e questo è ciò che conta... che oltre lo schermo sentano ancora e nonostante tutto, nonostante IL tutto a portata di mano, il desiderio delle pagine tra le dita... "perchè siamo unici, ognuno di noi è irripetibile e tali sono le emozioni che viviamo, gli scenari, i volti, i suoni che immaginiamo..."
E si passa dall'horror al fantasy, dall'attualità alle testimonianze della Shoah, e mi ritrovo a invitarli a fare memoria, anche nella vita di tutti i giorni, rifuggendo dall'alienazione del lavoro inutile, quello che non rende liberi, quello senza passione, senza curiosità, quello che rende la scuola il contrario di ciò che deve essere... 
E poi si parla di punteggiatura, quella canonica e quella degli smiles, "Prof., io avrei fatto così", conoscersi, scoprire se stessi, anche attraverso il punto e virgola...
E mi ritrovo al parchetto a rileggere Il gabbiano Jonathan Livingston, tra un'altalena senza scarpe e una poppata, pensando che è il libro giusto per iniziare, insieme, che forse potrei dedicare un'ora a settimana ad un "laboratorio di lettura"... E mi ritrovo piena d'entusiasmo, anche nel fare il solletico alla mia bimba piccina, anche nel preparare pappe di rametti e foglie con la mia bimba grande... un entusiasmo che non provavo da tempo, un entusiasmo che ultimamente era soffocato dal senso del dovere, dall'essere mamma senza soluzione di continuità... Ora sono sempre mamma, 24ore su 24, ma una mamma che lavora e ama il suo lavoro, che al lavoro si ricarica per dare il meglio... anche alle sue bimbe.



lunedì 12 settembre 2011

Il primo giorno di scuola

E' arrivato il gran giorno, Amore mio, quello su cui tanto abbiamo fantasticato ("Mamma, giochiamo che tu sei la maestra e io sono a scuola?"), il giorno atteso con trepidazione: nuovi amici, le maestre, tante cose da imparare... Ho voluto realizzare tutto con le mie mani: il tuo zainetto, la copertina dello schedario, le iniziali sugli asciugamani, il bavagliolo e il porta-bavagliolo... in queste notti la macchina da cucire ha lavorato senza sosta... così non ti sentirai mai sola, avrai sempre con te un pezzettino di noi, Amore mio... e tutto il mio cuore... 
Domani varcherai il cancello blu mano nella mano con il tuo papone, arriverai nell'ingresso con gli armadietti e quel grande cuore disegnato sulla parete, ricordi? E gli omini che ballano e le mani che accolgono... quante volte l'abbiamo descritta e salutata da fuori la "scuola di Letizia", la scuola "dal cancello blu"... 
La mamma... sarà a scuola anche lei, nella scuola dei "bimbi grandi", per prendere per mano altri "bambini" e, con loro, tutta l'emozione delle loro mamme e dei loro papà, le speranze e le paure... in ognuno di loro ci sarai tu, Amore mio, a ognuno darò quello che spero troverai ad accoglierti, tutto il meglio che saprò fare ed insegnare... Buon anno, cucciola mia, 
sempre con te, 
la tua mamma


giovedì 8 settembre 2011

Una salopette dai pantaloni di papà - tutorial

Prima...
Dopo!


Tutto è nato da questo magnifico post e da un paio di jeans vecchi del marito "salvati" durante il "riordino armadi"...

mercoledì 7 settembre 2011

Creatività di mamma

E ora la capisco, la mia mamma, lei, che si rammarica di non aver mai giocato con noi, lei che tornava a casa da scuola rintronata di parole e cercava il silenzio... e che, però, ricamava le sopracciglia alla mia bimbina, per farla più carina, e mi confezionava splendidi vestiti da principessa... la capisco, adesso, quando mi sento troppo stanca per sostenere la relazione con Letizia, esigentissima e ribelle al tempo stesso, un peperino... e con Diletta che "sul tappeto no, sul letto no, nel dondolino no, in braccio no"... e allora - quando posso e il marito è in casa- sbotto: "Un'ora sola, ti prego, portale a fare un giretto... se poi Diletta ha fame torni subito, sì, e attento all'aria condizionata se vai al supermercato... e questa è la felpa... e la fascia, la usi per coprire la piccola...". 
E quando finalmente sono lì, da sola, un'ora soltanto per me... creo. Per loro. Creazioni maldestre e improbabili, tra le mille interruzioni del telefono che squilla e della coscienza che ricorda che c'è da pensare -anche e almeno- alla cena... Creazioni di mamma... per dire loro che le amo infinitamente e vivo per loro... anche quando sono stanca, urlo e richiedo un po' di tempo... tempo per me, ma poi sempre per loro :-)...






martedì 6 settembre 2011

Giochiamo allo yoga!

Lo confesso: quando è arrivato ho aspettato che le bimbe dormissero per sfogliarlo con calma... una giornata partita faticosamente, notte agitata... e poi era il mio onomastico, mi meritavo di assaporare un regalo, no? Appena ho iniziato a leggere mi sono trovata catapultata in uno di quei racconti che spesso costruiamo Letizia ed io, quando abbandono la logica e rispondo ai suoi perchè con fantasia: "Mamma perchè ci sono i tuoni?" "Leti, è solo Gesù che accende la sua moto!"... 
"Giochiamo allo Yoga" è una storia di trasformazioni e risate, viaggi, voli e atterraggi... è una storia e sono tante storie che si è liberi di tessere seguendo l'armonia del proprio corpo...  sì, Claudia, con Leonardo, Gloria e Chiara, il segreto della felicità l'ha colto in pieno ed è riuscita a scrivere per i bambini -dagli 0 ai 99 anni- nel linguaggio dei bambini, sul filo dell'immaginazione che trasforma...  
"Giochiamo allo Yoga" è un libro per inventare, per rilassarsi, per imparare l'equilibrio, per leggere e giocare insieme... un libro per avvicinare allo yoga anche mamma e papà... perché, in fondo, chi di noi non sogna di essere leone, serpente, aquila o farfalla sospendendo per un attimo la realtà e scrollandosi di dosso la fatica? 
Quel che è successo al risveglio di Letizia e Diletta, lo vedete da voi:





Quel che accadrà non appena si definiranno gli orizzonti lavorativi? Mi iscriverò ad un corso di yoga, naturalmente!


giovedì 1 settembre 2011

Di nuovo prof

No, ok, per chi mi sta intorno "prof." lo sono sempre e comunque, "essere prof." è un modo di essere, uno stile di vita, è... essere "rompiscatole compulsiva", come ha detto il maritino in un momento di particolare illuminazione :-)... Però ecco, per me, che con la "me-stessa-prof." convivo da sempre, per me, in questi ultimi mesi completamente in modalità mamma bis, per me l'essere prof. si ridestava nella coscienza solo a tratti, durante le passeggiate in Centro, quando, ovviamente con un gelato sgocciolante in mano o con un rigurgito fresco fresco sulla maglietta nera, incontravo i miei ex-alunni, sempre più alti di come me li ricordavo seduti al banco, il più delle volte più alti di me, spesso indecisi tra il tu e il "Lei" (in fondo, con i primi non c'erano neppure 10 anni di differenza)... imbarazzati o desiderosi di raccontarsi, di raccontarmi... allora sì che mi assaliva il ricordo di quanto fosse bello condividere la meraviglia e la fatica della scoperta, vederli crescere crescendo con loro, cercando di trasmettere l'amore per la vita e per l'umanità che si fa parola e racconto e poesia... 
E ora si ricomincia.
In questi mesi ho perso il posto, lo chiamano "esubero", sono finita "a disposizione" nella provincia... e, dopo un'estate di attesa e incertezza, mi hanno riassegnata... al mio Liceo, il Liceo classico, il Liceo in cui tutto è iniziato: il mio amore per l'antichità, rosa, rosae... il mio diventare prof, con il primo tirocinio... 
Oggi primo giorno di scuola: sorrisi di colleghi, accoglienza di abbracci, la mia vecchia aula... il corridoio dell'esame, l'aula dell'orale, mura intrise di ricordi ed emozioni... la bidella che mi riconosce dopo 14 anni, qualche mio insegnante ancora in attività... Mi sono emozionata, come ogni anno, come ogni primo giorno di scuola, se non di più, e... 


...E ho tanti dubbi... tanti dubbi per Diletta, che è ancora tanto, troppo piccina, che ha conosciuto tanti abbracci, in quest'estate di gelosie fraterne, ma che solo a me tende le manine, e solo nel mio seno trova ancora nutrimento e conforto... e dubbi per Letizia, che gioca a fare la piccola, che chiede attenzione e reclama presenza, che si inventa lingue immaginarie, che inizierà a frequentare la scuola dal cancello blu che sempre salutiamo...


Inizia Settembre: mese di sfide e di incastri, di scelte, di nuovi inizi e... di primi giorni di scuola...



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails