Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 24 novembre 2011

Il grazie di una prof.

So che la voce del disincanto sarà pronta a ricordarmi che "è il minimo", che forse "è triste doversi rallegrare per la buona educazione"... ma ve lo voglio dire lo stesso: grazie. Grazie per essere rimasti lì, immobili, coinvolti dalla lettura, nonostante il suono della campanella dell'intervallo, nonostante la fila alle macchinette, nonostante i panini che finiscono... E grazie per aver trascorso le ore di supplenza a scrivere racconti... abbiamo ancora tanta strada da fare insieme ma ciò che conta l'avete già fatto vostro...

"Se proprio vuoi studiare studia la pappatoria e il  modo di procurartela!  La faccenda del volo è bella e buona, ma non puoi sfamarti con una planata, dico bene?  Non scordarti,  figliolo,  che si vola per mangiare".
"Non m'importa se sono pelle ed ossa, mamma. A me importa soltanto imparare che cosa si può fare su per aria, e cosa no: ecco tutto.  A me preme soltanto di sapere". 
(P.S. Stavamo leggendo questo)

8 commenti:

  1. E' bellissimo , l'ho letto alle medie e ancora lo ricordo ti insegna veramente a volare!Bellissimo post!

    RispondiElimina
  2. Forse da molti altri miei commenti avrai capito che io non ho avuto nella scuola (soprattutto) superiore una bella esperienza di rapporto con gli insegnanti.
    In molti casi ho proprio dei brutti ricordi.
    In altri casi il ricordo è tiepido, nè un cattivo ricordo, nè il ricordo di un rapporto di stima e fiducia.
    Me ne dispiace molto, ma da questo ho tratto degli errori da evitare (magari come genitore visto che non insegno), degli insegnamenti che mi voglio proprio impegnare a mettere in pratica:
    uno di questi è non dimenticarsi mai di ringraziare, scusarsi quando si sbaglia e fare un complimento quando meritato.

    RispondiElimina
  3. Che bello! Condividere un grazie è una cosa molto rara, difficile e importante.

    A margine: sai che sarebbe stato perfetto per il mio quiz del giovedì (basta pubblicare una citazione misteriosa, con una regola per sceglierla che però è assolutamente duttile, svelarne il titolo quando qualcuno indovina o la settimana successiva, da me è l'appuntamento quasi fisso del giovedì)? Magari qualcuno dei tuoi studenti ti legge e lo avrebbe subito riconosciuto. ciao

    RispondiElimina
  4. Voi siete gli insegnanti che spero incontreranno Simone e da cui lui imparerà a crescere.
    Grazie Anna, rinsaldi davvero la mia fede nell'istituzione scolastica e nelle sue potenzialità.
    Eppoi Bach in quel libro (e in Illusioni) è strepitoso.
    (a proposito di AMMMORE, l'avevi letto Un Ponte Sull'Eternità sempre di Bach? Credo fosse il libro successivo)

    RispondiElimina
  5. Sono rimasti perchè non avevano scelta.
    Quando la passione ti arriva addosso e ti travolge non ti lascia scelta no?
    Che sia passione per qualcuno o passione per qualcosa, l'unica possibilità che hai è arrenderti ad essa.
    Tu l'hai liberata, lei li ha travolti, loro hanno reagito.
    Sei una grandissima insegnante!

    RispondiElimina
  6. il bello del nostro lavoro è sentirsi amati e percepirlo da questi gesti...

    RispondiElimina
  7. Che grande questo libro!!! L'apprezzo specialmente anche perchè l'ho letto per piacere ai quattordici circa e non per obbligo. Un abbraccio.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails