Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

sabato 29 gennaio 2011

Questione di prospettive

Tempo di scelte, di crescita, di grandi passi... di iscrizione alla Scuola dell'Infanzia... Ma quando è cresciuta la mia bambina? Perchè nessuno mi ha avvisato :-))?
Lunedì scorso sono andata alle riunioni di presentazione di due scuole... e sono tornata con un guazzabuglio di sentimenti che mi si agitavano dentro... 28 bambini e una maestra... e la mia bambina abituata al nostro rapporto esclusivo come farà? Come si troverà? E il pisolino?  E poi, cosa c'è che non potrei insegnarle io? (Per esempio l'ubiquità con due figlie e un lavoro da riprendere... ma spiegatelo alla "mammaprof", l'essere mitologico più temibile e contraddittorio che esista :-D)...
Per di più, l'istinto mi attirava in una scuola, la ragione nell'altra... 
Da brava blogger-webnauta/dipendente mi lancio nell'esplorazione dei siti... e coinvolgo il paziente maritino, già avvezzo a sentirmi fare interminabili disquisizioni a suon di  post, link, nick, e a vedersi arrivare sms di egual natura... sondiamo i Pof (che anche nella professione docente le sigle non mancano), guardiamo le foto... 

E poi arriva. Quella sua frase che fuga tutte le paure, i dubbi, le ansie; quella sua frase che ribalta la prospettiva e mi ricorda una volta di più, se ce ne fosse bisogno, perchè lo amo tanto: "Amore, ma pensi a quando Leti tornerà a casa e ci racconterà la sua giornata? E tutto quello che ha fatto a scuola?"...

Ecco, no, presa da tutte le mie paure non ci avevo proprio pensato... non mi ero fermata a riflettere su questa nuova forma di condivisione, di dialogo, su quei racconti che avrò tanta voglia di ascoltare, che mi rapiranno e di cui non sarò mai sazia...


E giovedì c'è stato l'open day... e lo spirito era un altro! L'istinto ha avuto la meglio... nel momento in cui Letizia mi ha chiesto perchè non ci fosse già un posto per lei nell'aula dei bimbi, nel momento in cui ha preso  senza esitazione la mano che la maestra le porgeva, quando ha spiegato che aveva le lacrime perchè fuori faceva freddo... quando ho visto la maestra rivolgersi a lei per prima e i bambini porgerle la sedia e preparare braccialetti per i visitatori... Una scuola più lontana di altre da casa ma che mi è sembrata centrata sui bambini... un ambiente sereno e costruttivo... 
E... indovinate? All'uscita ero io che consolavo il maritino che continuava a ripetere: "La nostra bambina... già a scuola!" :-D



15 commenti:

  1. mannaggia, mi hi fatto piangere sul serio, ^^
    tua figlia è proprio una bimba fortunata ad avere una mamma attenta come te ^_^
    in bocca al lupo per questa nuova esperienza!!

    p.s.
    ma non ho capito va adesso a scuola o a settembre?

    RispondiElimina
  2. E' bellissimo il rapporto che hai con la tua piccola, ma ricorda che a volte le scelte più difficili da prendere sono anche quelle che renderanno la tua bimba una persona meravigliosa da grande e che le faranno dire GRAZIE MAMMA!
    Un abbraccio grande!
    Mopo

    RispondiElimina
  3. Che emozione :-) In bocca al lupo! Sono sicura che hai scelto la scuola giusta, ci hai messo così tanto amore...

    RispondiElimina
  4. Che teneri!
    Non ti preoccupare, quanto ti capisco...l'ansia ci divora (e sei appena all'inizio del cammino scolastico!) ma i bambini affrontano le novità e i cambiamenti imprevedibilmente, magari positivamente..ed è quello che ti auguro

    un abbraccio
    Giuliana

    RispondiElimina
  5. bel post!....poi mi fai sapere alla prima recitina come stai??...eheeheh..quello è un altro momento in cui ti rendi conto che crescono, in cui ti rendi conto che iniziano a percorrere la loro vita, in cui ti rendi conto che seppur unite e simbiotiche i vostri tempi vengono occupati in modo diverso....e le ali di mamma iniziano poco a poco a spiegarsi per insegnare loro a volare..
    Io ho appena consegnato l'iscrizione di Arianna alla scuola superiore....gulp!!

    RispondiElimina
  6. anche io vivo la tua stessa situazione combattuta tra due scuole ne ho scelta una per istinto...ma l'ansia mi attanaglia...e aspetteremo che ci raccontino le loro giornate e solo la loro serenità ci dirà se abbiamo fatto bene

    RispondiElimina
  7. cosa hai scelto alla fine???

    RispondiElimina
  8. Ecco perché amo essere una Madre Degenere: mai avuto dubbi sul fatto di mandarla a scuola a ove mesi.
    L'unico pensiero e'stato: "Tieni duro che settembre arriva presto!".
    Da una pare invidio questo amore smisurato che tu e tante altre avete per i vostri bimbi...ma io non ho quel gene. Alla distribuzione ero assente.
    Sara' che ho sempre adorato andare a scuola fin dall'asilo nidi, sara' che dono una da baracca "nunc et semper" ma io penso che la scuola sia il posto migliore x un bimbo (ovvio se la scuola e' buona come quella che hai scelto tu).
    Vedrai che andrà alla grande!

    RispondiElimina
  9. E penso anche che com l'iPhone scrivo da cani!

    RispondiElimina
  10. @MammaPapera: a settembre ;-)!
    @Mariuccia: già lo immagino :"""""-))), finirà che, per l'emozione, mi fotograferò la faccia con la macchina al contrario come ha fatto mia madre al mio primo saggio di danza :-DDD! In bocca al lupo alla tua Arianna!
    @tutte: grazie! Non vorrei avervi dato l'impressione di non volerla mandare a scuola, eh? Al contrario, l'esperienza dello spazio gioco mi conferma che a Letizia piace tanto stare con i bambini e non fatica neppure a fidarsi delle maestre empatiche... Però, pensando ai cambiamenti che ci aspettano, sorellina in primis, e al fatto che ha sempre intrattenuto relazioni con gruppi piccoli, un po' di apprensione penso sia normale :-D;
    @Rj: non sei una madre degenere :-D, semplicemente hai fatto una scelta che noi per primi avevamo preso in considerazione, facendo tutte le procedure per il nido... poi, con quattro nonni, ci siamo potuti permettere di non mandarla... a nove mesi, potendo scegliere, sono stata contenta di tenerla a casa, per me è presto per un asilo, sia per il sistema immunitario ancora vulnerabile che per la scarsa propensione a socializzare... già quest'anno senz'altro le sarebbe piaciuto.

    RispondiElimina
  11. vedrai che sarà una fantastica avventura! io ci credo veramente nella scuola dell'infanzia..e la tua scelta del cuore e della mente, sarà la migliore...

    RispondiElimina
  12. Mi hai fatto ricordare un episodio che mi ha fatto capire e commuovere per l'ingenuità di mia figlia... A settemre sarebbe andata alla scuola dell'infanzia per fortuna con una maestra amica, così io le spiegavo con entusiasmo come sarebbe stata la scuola, che a settembre l'avrei "portata" all'asilo, sai poi vai all'asilo, sai ti accompagno a scuola e così via. Lei mi ascoltava, poi dopo diversi giorni mi chiede: mamma, tu mi porti all'asilo, ma poi ogni tanto mi vieni a riprendere? Non ti dico il colpo al cuore che ho avuto al pensiero che lei per tutto quel tempo aveva pensato che io la potessi lasciare a scuola chissà per quanti giorni! Ci pensi? Poverina, ho dato per scontato che lei sapesse come è organizzato il sistema scolastico... da allora le spiego tutto dalla A alla Z, cercando di non dimenticare niente...

    RispondiElimina
  13. La mia piccolina a settembre inizia la scuola primaria aaahhhh che paura

    RispondiElimina
  14. argomento di grande attualità anche a casa nostra... se penso che quando aspettavamo il nostro cucciolo quei bimbi della scuola materna ci sembravano così grandi... e l'autunno prossimo tocca a lui!
    comunque, gli stessi tuoi dubbi, sul numero davvero esiguo di maestre (da noi c'è un rapporto 1 a 25), sul fatto che forse si parla tanto di POF e poco delle vere esigenze dei bambini, della nanna pomeridiana che non si può fare (e su questo ho scritto anche un post, se hai voglia di leggerlo, perchè è una cosa che non mi va giù), se non sia una forzatura il corso di inglese e informatica a quell'età, il corso i religione... la scuola dove abbiamo fatto domanda ci ha fatto un'ottima impressione e soprattutto ci sono piaciuti i discorsi che hanno fatto le maestre, il che ci lascia ben sperare. comunque credo che la cosa fondamentale sia avere gli occhi aperti, ascoltare i racconti dei nostri bimbi (come del resto dici anche tu) ed essere pronti ad intervenire nel caso qualcosa non vada come noi riteniamo giusto.
    incrociamo le dita, ci aggiorneremo a settembre ;-)

    RispondiElimina
  15. mi hai fatto ripensare all'ingresso all'asilo dei mie figli....tre figli, tre esperienze belle ogni volta ma non ci si abitua mai :)))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails