Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

sabato 31 luglio 2010

Tutti a(l) ma(r)e… c(hi)appe c(hi)a(r)eeee ♪♫♪♫

Salutate le nostre montagne con un po’ di malinconia e tanto olio di gomito per risistemare la casa dei nonni, sostiamo qualche giorno alla base per poi ripartire per le vacanze vere, quelle col papà! La meta è, in omaggio al tormentone dell’estate che dà il titolo a questo post, il mareeeee!!
In questi giorni sarò impegnatissima per: lasciare la casa in ordine, preparare i bagagli, fare il bucato, intrattenere la figlia, svuotare frigo e congelatore, compilare e consegnare la domanda di assegnazione provvisoria per l’anno prossimo, comprarmi un costume e altre innumerevoli attività; tempo disponibile: 3 giorni… aaaarrrggghhhhh… celafarò, celafarò, celafarò!!  
Non sarò molto presente, perdonatemi, conto di non mancare a lungo, il PC mi seguirà anche se spero di non avere molto tempo da dedicargli :-)… voi, invece, sarete comunque nei miei pensieri… pronte/i a venire con noi?
"Tutte/i a ma(r)eeeee, c(hi)appe c(hi)a(r)eeeee ♪♫♪♫!!"

venerdì 30 luglio 2010

I venerdì del libro


Ho trovato anche qui in montagna un mercatino dell'usato! E mi ha riservato una bellissima sorpresa, questo libro:

http://giotto.ibs.it/cop/copj13.asp?f=9788838919060

Del mio gusto mai sopito per le fiabe vi ho già raccontato... scoprire che era una passione condivisa anche da uno degli autori della letteratura italiana da me più amati è stato un dolcissimo dono delle mie montagne... e mi sono immersa, tornata bambina, in racconti che talvolta hanno sapore d'Oriente, talvolta profumano dei nostri boschi... la tradizione europea e quella araba intrecciate magistralmente... una recensione molto bella all'opera la potete leggere qui... quello che mi ha affascinato di più? La scelta dei nomi dei protagonisti (Piumadoro, Piombofino, Candido, Sansonetto...) e le filastrocche che inaugurano ogni fiaba; piccoli gioielli di poesia sorridente che hanno il potere di incantare e trasportare, leggeri, nel regno della fantasia dove tutto diventa possibile:

Quando i polli ebbero i denti 
e la neve cadde nera
(bimbi state bene attenti)
c'era allora, c'era... c'era...

giovedì 29 luglio 2010

[CaT03] Gufi, gufetti e vecchi maglioni

E il nostro "Ciao!" alla montagna!
Domani si riparte, in fretta e furia, perchè papà nel pomeriggio già lavora... mi prende sempre lo struggimento, quando lascio le mie montagne, che ogni volta mi vedono crescere e mi salutano più ricca di esperienze e di sentimenti...
Quale occasione migliore della terza tappa della caccia al tesoro di mammafelice per un omaggio all'ambiente che ci ha coccolato in queste settimane?
Ecco i nostri gufetti montagnini:

Papà "Rametto", realizzato con rametti di betulla incollati su un "fu" rotolo di carta igienica, due cappelli di ghianda per occhi, un nocciolo di prugna per becco e foglie di betulla come piume:


Poi c'è mamma "Betullina": ricavata da una corteccia di betulla, sassi per occhi e becco, come supporto sempre un rotolo e aghi di pino per i ciuffetti delle orecchie:


E, infine, il piccolo "GuPino": una pigna sezionata, ghiande, foglie e fantasia:


Ed ecco la famiglia al gran completo:


Non ci resta che incrociare le dita!

Estate di scalate

Con gli appuntamenti sono una frana :-), e tuttavia anche questa settimana eccomi qui a celebrare l'estate sulla scia della bella iniziativa di Ester:

mercoledì 28 luglio 2010

A te...

A te, che anche quando riposi sul divano perchè hai lavorato di notte riempi la casa e il mio cuore,
a te, che rivedo nel sorriso della nostra bambina,
a te, che mi fai ridere e divertire, e come te le barzellette non le racconta nessuno,
a te, che sai essere tenero e romantico anche quando ti stuzzico come una scimmietta, 
a te, che ami con me sognare e fare progetti e immaginare di comprar casa in ogni dove,
a te, che sei generoso e gentile, 
a te, che sai ascoltare come pochi,
a te, che ami la vita e la vivi con slancio e passione, 
a te, che non puoi fare a meno di "paciugarci" e mordicchiarci tutte,
a te, che quando sei lontano resti con me al telefono per ore come quando eravamo fidanzatini,
a te, che conservi tutti i miei sms dal primo giorno, 
a te, che... prima o poi l'album del viaggio di nozze lo finiremo,
a te, che tre anni fa sei diventato il mio sposo,
a te, che hai messo con me al mondo il miracolo più bello,
a te, che sei al mio fianco sempre, pronto a sostenermi,
a te, a cui dono e donerò ogni istante il mio cuore con amore infinito, 
 
TI AMO, MARITINO, PER SEMPRE E UN GIORNO!


lunedì 26 luglio 2010

Intervista!

Quando mi hanno contattato per chiedermi un'intervista mi sono sentita lusingata... ed eccola qui, pubblicata proprio il giorno del mio onomastico! Grazie per il regalo, amici di coltivareorto!

domenica 25 luglio 2010

Gioielli

Queste giornate sola con Letizia sono pietre preziose di felicità incastonate nella mia vita, faccio tesoro di ogni attimo...

Conversazioni:

"Leti, sei proprio una birba!"
"Bimba, mamma, tolo bimba!"

Degustazioni di specialità locali:

"Amore, ma... l'hai mangiato tutto?"
(Ormai i ruoli si sono capovolti, sono io che mi devo accontentare delle briciole, sperando che restino...)
"Nooooo, mamma, ce n'è anco(r)a!!" (Mostrando micropezzetto stretto tra le dita)

Scoperta di tesori al mercatino dei bambini, qualcosa da ognuno per vederli sorridere... e Leti ha trovato anche il regalo di compleanno per papà,  regalo che, ovviamente, abbiamo escluso dalle foto ;-):


E riscoperta di tesori dimenticati nei cassetti... quanti ricordi!!
Un mio maglioncino per sfidare il vento gelido:


Il mio primo cane:


Un vecchio orologio...


 E giochi da sperimentare alla prossima giornata di pioggia...


E poi discussioni, riappacificazioni, un gelato insieme e tanto, tanto divertimento!!


sabato 24 luglio 2010

Malinconia e felicità


Oggi ero un po’ malinconica…

Sarà che qui piove, le montagne sono nascoste dalle nuvole e l’unico tentativo di passeggiare ci ha visto in mattinata tornare a casa bagnate dalla testa ai piedi… sarà che la permanenza del maritino è durata troppo poco e mi manca tantissimo… sarà che mi pesa un po’ la solitudine, l’assenza di conversazioni con adulti… intrecciare un dialogo al parchetto mentre si inseguono i rispettivi figli è estremamente difficile… senza considerare che mi imbatto in mamme che, forti della vicinanza di nonni e tate, sembrano uscite dalla pubblicità dell’omino bianco… avete presente quella che con i figli sulle montagne russe armati di mega gelato si preoccupa solo dello smacchiatore?? Ecco, che ti viene da dirle: 1. C’è scritto se smacchia anche il vomito? 2. Farai il bucato di tutti i passeggeri?

Tanto per essere gentili, eh?

Ecco, qui ci sono mamme serafiche che lasciano i figli lanciare polvere e sassi e rotolarsi nelle vasche che un tempo contenevano sabbia e ora contengono di tutto oltre ad essere diventate probabilmente lettiera privilegiata per tutti gli animaletti della pineta… Loro, nel frattempo, giocano a sudoku.

Non so se sia un livello zen che raggiungerò col tempo (come nei videogiochi)… ma al momento proprio non ce la faccio… e così vigilo e non socializzo…

E stamattina la pioggia rendeva l’umore così maturato in questi giorni un po’ più grigio.

Ma poi il cielo si è illuminato d’azzurro… e mi ha sorriso:


Ecco, oggi, la felicità è stata rincorrere l’arcobaleno e dimenticare la malinconia!

mercoledì 21 luglio 2010

Siamo qui


Assolutamente fuori programma. 
Dovevamo restare in montagna il tempo di un week-end... ma, una volta arrivati, finalmente Letizia ha trovato sollievo agli eritemi da sudore che la tormentavano... ad attenderci in città c'erano solo zanzare, afa e parchetti deserti... Così papà è tornato a lavorare e noi siamo rimaste qui.


Ero terrorizzata all'idea di restare da sola, senza la "rete di protezione" dei nonni, del marito, senza automobile... dimenticavo che sarei rimasta con la mia migliore amica :-). Letizia è dolcissima e collaborativa, e io sto provando a me stessa che "sono capace"... ancora una volta, grazie a te, Amore di mamma, ho superato la mia pigrizia e i miei limiti...

giovedì 15 luglio 2010

Estate... a tre piazze!


Eccomi, finalmente puntuale, a rinnovare l'iniziativa di Ester... ed ecco la nostra foto dal sapore d'estate!


Un side-bed "cucito" da mamma al lettone per non rinunciare a dormire tutti insieme (proprio tutti, notate :-)) anche con questo caldo!

martedì 13 luglio 2010

Una Giornata speciale

E’ stato come se ci conoscessimo da sempre! 
In cucina a chiacchierare, raccontare, raccontarci, sotto il portico a pasteggiare (e che bontà!) e ancora a chiacchierare, nel prato a sperimentare, giocare, fotografare… La dolce mamma C è stata una padrona di casa incantevole, mamma F, tenera e sempre sorridente, si è rivelata una giocherellona in grado di conquistare tutti i bambini... e dovete vederla in veste di benzinaio :-)! La cara Roberta (quanta serenità mi trasmetti con la tua pacatezza?), Topo e Topino ci dovranno sopportare sempre più spesso, vista la vicinanza, perché stare in loro compagnia ci piace proprio tanto!
I due squatter sono fantastici, diversissimi nel carattere eppure inseparabili, tra uno spruzzo e l’altro! 


Letizia e Riccardo hanno subito ritrovato l’intesa nella comune passione per i motori… 


e che dire di quel coccolone di Edoardo? Dispensava abbracci e baci a tutti, tra una corsa, un tuffo in piscina e una gara di scherma… sotto lo sguardo vigile di papà Ruben e signora, affiatati tra loro come neanche il team della Ferrari :-)!  

 

Tra i papà è stata subito intesa: battute, chiacchierate, passioni comuni e scambio di segreti ancestrali su giochi di prestigio e annodamento dei palloncini :-)!  
E poi, l’emozione di vedere dal vivo le creazioni delle "mammeperdelinquere"… e non parlo solo dei meravigliosi squatter, ma anche delle borse (e delle fantastiche toppe) di mamma F e della maglietta della Pimpa di mamma C!  
Il tempo è volato, non ce ne siamo proprio resi conto! 


E i bimbi, direte voi? Cinque monelli messi insieme? Sono stati tutti collaborativi al massimo, ognuno nel suo modo speciale… 


E, almeno per me, è stato molto più facile gestire Letizia in compagnia… l’unione fa la forza… e il divertimento… e l’allegria!  
Ragazzi, ci mancate già! Grazie, grazie davvero… se ripenso a questa giornata mi commuovo per quanto è stata bella! A presto!!!


Strocca che fila, fila che strocca!

Ed eccoci alla prima tappa della caccia al tesoro di mammafelice! Ho aderito un po’ titubante, non sapevo bene cosa aspettarmi, nè se sarei stata all’altezza… ma adoro la caccia al tesoro, il mio sogno proibito è organizzarne una a scuola, completamente in latino! Ma non divaghiamo :-)… insomma, ho aderito ed ecco la prima bellissima proposta: una filastrocca a tema (le vacanze con i bambini) accompagnata da disegno… inutile dirvi che è tutto il giorno che parlo in rima, mancava solo che scrivessi in metrica anche i giudizi delle prove di recupero! Ecco la nostra filastrocca, (ispirata a questo post):

In vacanza coi bambini,  
tra valigie e pacchettini, 
la meta sembra davvero un miraggio
e tu perdi un po’ il coraggio…

“Hai portato i vestitini? Il vasino? I pannolini?

Vuoi scordare il seggiolone?
E le chiavi? Ed il piumone?”
“Non ti sembra di esagerare?”
“Sono la mamma, lasciami fare!”

Ma a vacanza decollata

la fatica è già scordata,
nella gioia dei suoi occhi
tutto è magia, sogno, balocchi!

In vacanza coi bambini

si ritorna un po’ piccini,
si riscopron le farfalle,
rosse, azzurre, nere e gialle,
si colorano i colori, 
si riaccendono i rumori,
“Ecco, senti, le cicale!”
“Guarda, qui, questo animale!”

Far volare l’aquilone,
intonare una canzone,
diventare coraggiosi
in acque fredde e su lidi petrosi,
cucinare una bistecca…
“papà, calma, non c’è fretta!”

In vacanza coi bambini,
tutti insieme, vicini vicini
siamo lontani dalla città,
all’insegna della felicità!

Le bellezze della vita
non mi han mai così stupita
come adesso che una manina
…mi stringe…
“mamma!” … e me le addita. 

Questo è il disegno di Leti (mamma è intervenuta solo per il profilo delle manine): potete ammirare in alto a sinistra la nostra "brumbrumba" carica di valigie... mentre a destra... i colori dell'estate!

sabato 10 luglio 2010

In montagna!

Ebbene sì, c’è stato un momento in cui ho pensato: “ma come fanno a dire che viaggiare con i bambini è semplice??” 
Ma procediamo con ordine.
Lo scorso fine settimana siamo finalmente riusciti a concederci due giorni fuori-porta, in montagna, tra le “mie” montagne, quelle che amo e conosco fin da bambina… finalmente, dopo dieci mesi in cui non siamo riusciti ad andare da nessuna parte… perché è vero che gli insegnanti hanno le vacanze natalizie e pasquali… è anche vero che sono pieni di compiti in classe da correggere e di lezioni da programmare… ma, soprattutto, è vero che gli infermieri non possono prendere ferie durante le festività e gli insegnanti non possono prenderle al di fuori di queste ultime… Così… Dieci mesi.
Partiamo. Deciso. Ad ogni costo.
Il marito smonta dal turno di notte. Annuncia il piano di battaglia il giorno precedente: alle 15.00 dobbiamo partire…
La mia pia illusione di preparare tutto l’occorrente di mattina sfuma al risveglio di Letizia. “Democraticamente” si opta per mattinata al parchetto.
Alle 15.00 il suddetto marito si sta dibattendo vanamente per liberarsi dall’abbraccio di Morfeo. Al tempo stesso la sottoscritta si dibatte per impedire a Letizia di tirare fuori tutti i vestiti dalla valigia… ecco, un’attività che proprio con i bambini non si può fare è preparare le valigie… Il pomeriggio vola veloce tra “non dimenticarti questo!” e “hai preso quello?”, le ultime cure all’orto sul balcone… e poi c’è la tappa dai nonni, per annaffiare le piante e far rientrare i quattro gatti (nel senso letterale del termine, eh?)… Papà viene arpionato da pianta urticante e si aggiunge sosta in farmacia…
Insomma, partiamo alle 19.00. La prima mezz’ora trascorre cantando “tutti mareeeee, cappe careeeee”… (lo so, stavamo andando in montagna ma questa è al vertice delle nostre classifiche familiari, al momento); la seconda, allattando in posizioni “che voi umani…” per non sganciare Leti dal seggiolino, la terza, guardando il filmato del coro della prima mezz’ora sul cellulare di mamma…
Arriviamo. Piove. 17 gradi. La mamma indirizza la tribù verso un paesino “verticale” dove c’è un ristorantino “che te lo raccomando”. Ma piove. E ci sono 17 gradi. Di portare fuori dall’auto Letizia tutta sudata in abbigliamento cittadino non se ne parla. Papà, in evidente stato di ipoglicemia, si appella a tutti i Santi del Paradiso mentre in un parcheggio -pendenza 10%- recupera la valigia dal bagagliaio… Mamma vede il proprio livello di autostima accrescersi vertiginosamente mentre cambia Leti nell’abitacolo invaso dalla valigia, dal vasino, dal seggiolino, trasformandola in una “vera montagnina”… Entriamo.
E la vacanza, finalmente, comincia.
Gnocchi di castagna con panna e pomodoro. Polenta e capriolo.
Roba che se me l’avessero detto solo due ore prima, con 40 gradi all’ombra, avrei riso in faccia a chiunque.
Arriviamo a casa. Leti crolla. Noi anche.
N.d.R. Il lettone della montagna è decisamente piccolo per tre, mamma dorme pericolosamente in bilico. Le giornate successive ci ripagano di tutta la fatica di questa partenza affannosa. E dimostrano che, davvero, viaggiare con i bambini è più semplice di quel che si creda. Perché se siamo felici noi lo sono anche loro. E adottano facilmente ritmi molto più flessibili di quelli domestici.
Giudicate voi:  
a mia misura...


La montagna mette appetito!


Esplorando:


"Sì, nonni, ci penso io a questi due!"


Ta-tà:


E l'inseparabile palla:


Coccole:


E tintarella nell'erba:


Osservando l'aquilone:


Prove tecniche di volo:


Meraviglia:


Rinnovate passioni:


Nuove conquiste:


Scoperte:


Profumi e sapori:


In una parola? Felicità:


Ah, mi chiedete come abbiamo fatto per il lettone? Papà è volentieri migrato altrove… e al nostro ritorno, in previsione delle vacanze al mare, abbiamo comprato un materasso gonfiabile a una piazza da affiancare a qualunque letto matrimoniale eventualmente troppo piccolo… decisamente meno ingombrante di un lettino da viaggio!

giovedì 8 luglio 2010

Nuove amiche...


...due sorelline straordinarie, di un'empatia rara anche negli adulti... Letizia le ha prese senza esitazioni per mano, loro l'hanno portata sullo scivolo, assecondando pazienti i suoi ritmi... e ci siamo riviste il giorno dopo, sono venute ad aspettarla all'altalena... e il gioco si ripete, mano nella mano... Le rimboccano la canottiera nei pantaloncini, la aspettano in fondo allo scivolo, la fanno scendere tra loro due per proteggerla dall'esuberanza dei maschietti... Le auguro di incontrare per tutta la vita amiche così...


mercoledì 7 luglio 2010

L'orto senza stagioni


E se non avete il balcone? O non vi sentite il pollice verde? O non avete tempo di bruschettare afidi e annaffiare pomodori giganti? E se volete nonostante tutto provare la soddisfazione di mangiare il prodotto delle vostre fatiche contadine?
Eccovi "l'orto senza stagioni"! 




Googlando qua e là, ho trovato questo sito che spiega molto accuratamente tutte le proprietà e anche la storia dei germogli in cucina… Così ho deciso di realizzare un orto domestico in miniatura per la coltivazione dei germogli!
Ecco come.
In vendita ci sono vari tipi di germogliatori, ma, da neofita e da fan del riuso creativo opto per il “fai da me” partendo da… secchiello e paletta! 
Mi spiego: ogni confezione che si rispetti di secchiello e paletta per i giochi da spiaggia dei bimbi contiene anche un setaccio… quella che abbiamo comprato per Letizia è ancora imballata nel ripostiglio così… ecco il mio germogliatore:




Inizio con i semi di rucola, che non necessitano di ammollo preventivo; poichè sono molto fini, aggiungo una garza sul fondo del mio germogliatore:




ed ecco i semini!




Ora sarà sufficiente mantenerli sempre umidi e al riparo dalla luce (fino a quando non appariranno le prime foglie): 




Saranno pronti in 4-5 giorni e si conserveranno in frigo per una settimana: tra 4-5 giorni scoprirò se, oltre ad avere “proprietà antiossidanti e a rafforzare il sistema immunitario” (cito dalla confezione), sono anche gustosi! Inizia la caccia alle ricette!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails