Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

lunedì 13 dicembre 2010

La nostra giornata... un anno fa

Mi è piaciuta tanto l'iniziativa cui hanno partecipato, tra le altre, Claudia de Lacasanellaprateria e Mammafelice, raccontandoci le loro giornate... Ha contribuito a renderle ai miei occhi più "vere" e vicine; scrive, per esempio, Mammafelice:

"Ogni tanto compro le buste di insalata pronta" ... anch'io! Particamente sempre! Ora, con lo spauracchio Toxoplasmosi, la rilavo anche... Però compro quelle che scadono il giorno dopo, così le pago 50 centesimi ed evito che vengano buttate!

"Metto i vestiti non stirati "... non solo: io li faccio indossare non stirati a tutta la famiglia! L'emancipazione dal ferro da stiro è realtà in casa mia :-P!

"Ho comprato il piumino con copripiumino Ikea per non dover rifare il letto" e le mie foto lo attestano anche, vero Linda ;-)?

"non riesco certamente a fare il pane in casa tutte le mattine, ad avere la casa splendidamente in ordine e a preparare tutti i giorni dei pranzetti succulenti"... sottoscrivo anche qui, Roby ha visto a che livello di aberrazione può arrivare la mia zona cottura ;-)... 

E poi i loro post mi hanno spronato a migliorarmi... anche se l'organizzazione di Claudia la perseguo invano da una vita!
Vi dico di più, a gennaio avevo avuto proprio al riguardo uno scambio di mail con lei, le avevo scritto per chiederle come fosse "una giornata nella prateria" e avevo avuto in anteprima un assaggio di quello che abbiamo letto tutte giorni fa... 

Insomma, tutto questo per dire che forse, qualcuno si chiede la stessa cosa delle mie giornate... perchè penso sia capitato a tutte di domandarsi: "Ma come fa a scrivere (quasi) un post al giorno?" o "Quando trova il tempo per l'albero delle stagioni?" (eh eh, quello ve l'ho confessato, però ;-))...
Così, visto che in quello scambio di mail con Claudia ci eravamo reciprocamente raccontate le nostre giornate... vi ripropongo, per ora, la mia giornata di quasi un anno fa... e tra qualche giorno, se vi interessa, scoprirete cosa è e cosa non è cambiato... 
E voi? Vi va di raccontare le vostre giornate?

Nei giorni di lavoro, mi sveglio con Letizia normalmente nel lettone; mio marito, a seconda del turno di lavoro  è già andato a lavorare o sta ancora dormendo, o, ancora, è appena arrivato dalla notte... se Letizia dorme tranquilla la metto nel lettino accanto e mi preparo per andare a scuola ... ho bisogno di carburare lentamente alla mattina e non posso assolutamente iniziare la giornata senza il mio cappuccino con biscotti! Il maritino mi prende in giro perchè sono capace di prenderlo anche a mezzogiorno, se è il caso!
Mi sveglio almeno con un'ora di anticipo rispetto all'orario di uscita perchè spesso Letizia si agita e mi cerca e devo allattarla per calmarla... Infine esco e inizia la mia giornata di lavoro.
Ah, questo ovviamente se lascio papà e figlia a dormire; se mio marito non c'è, a seconda dei casi, arrivano i nonni a casa o sveglio Letizia e gliela porto io; se Alberto ha fatto il turno di notte aspetta il risveglio di Letizia per andare a dormire, dopo averla portata dai nonni.
Quando torno da scuola, se trovo Letizia a casa, ci salutiamo con una poppata... non mi dà tempo nè modo di prepararle altro pasto e si addormenta al seno... così io ho tempo di pranzare e di prepararle qualcosa da mangiare... se, invece, è a casa dei nonni, normalmente ha già pranzato e ugualmente ci ritroviamo con una poppata che inaugura il sonnellino pomeridiano.
In questa oretta di sonno io devo infilare di tutto, dalle faccende domestiche alla correzione dei compiti in classe, dalla preparazione di lezioni e verifiche al PC  (a cui ormai si sono ridotte le mie relazioni sociali!)... nel corso del pomeriggio, infatti, è difficile che Letizia riposi ancora, e, di fatto, mi monopolizza! In effetti, a parte i rari casi in cui è collaborativa, non ammette che la mia attenzione sia rivolta altrove... quindi finiamo a giocare sul tappeto, a gattonare per casa... ma, di fatto, io riesco a fare ben poco, di solito coinvolgendola (tipo facendomi passare le mollette per il bucato) o tenendola addosso col mei tai... ma per non più di venti minuti!
In un modo o nell'altro preparo la cena (mi salvano i surgelati) e poi iniziano le danze: a volte Letizia si addormenta per le nove e mezza... a volte resiste fino a mezzanotte!
Nei giorni in cui sono a casa (giovedì e domenica) le cose non cambiano molto, a parte il risveglio più tranquillo con coccole nel lettone... di fatto combino ancora meno perchè voglio stare tutto il giorno con lei (dei nonni approfitto solo per lo stretto necessario)... Alberto, quando c'è, mi aiuta, ma se ci sono io nei paraggi Letizia non vuole stare con lui nè mi consente di allontanarmi... devo letterarmente scappare e nascondermi!
Nei pomeriggi in cui lui non c'è, capita poi che io vada dai miei genitori con Letizia e allora i ritmi sono più gestibili e regolari (e non devo pensare alla cena)...
Insomma, non c'è un giorno uguale all'altro e, probabilmente, (anche se non immagino come potrei fare diversamente), questo risulta un po' destabilizzante per una bimba...

11 commenti:

  1. Che bello, non sapevo di questa cosa del raccontarsi le proprie giornate, forse perché riesco a leggere un po' a fatica (per ora) i vari blog delle mamme ^_^ Comunque secondo me non è così destabilizzante per una bimba il fatto che le giornate non siano mai uguali..E' vero che si dice che debbano avere sempre una certa routine per avere tranquillità, ma mica è detto! L'importante è che ci sia sempre qualcuno a guidare la loro giornata in maniera non meccanica o per inerzia! (come purtroppo a volte accade!).
    La mia giornata per il momento è più o meno sempre uguale. Questo è l'orario in cui di solito sono più "libera" e mi rilasso. La mattina mi alzo verso le 4-5 (a seconda di quando si sveglia Pagnottella) e lo allatto, poi se io sono stanca dormo per un'altra oretta (e anche lui). Verso le 9:00 altra poppata, poi devo tenerlo su 30 min. e poi chiacchieriamo un po' (:P). Quando vedo che si sta stancando lo metto a nanna e io riesco a fare qualcosa in casa (generalmente poco, tipo passare l'aspirapolvere per eliminare i peli dei miei gatti e cane! Ma anche fare qualche lavatrice, lavare il bagno e lavarmi io stessa. Il tutto alla velocità della luce). Ora che ho finito, è di nuovo ora di allattare; quando ho rimesso a nanna Pagnottella, mangio e si arriva più o meno a quest'orario (ma non sempre. Quando sta male, mangio anche più tardi) in cui mi rilasso un po'. Se è bello e decido di non pulire casa, usciamo. Il pomeriggio generalmente no, ma solo perché preferisco farlo di giorno e perché in genere Pagnottella il pomeriggio mi dorme un po' di più e così riposo anche io ;)
    Il papozzo ritorna verso le 19-19:30 ed è lui che cucina (ebbene sì!). Se è una serata buona, riusciamo a cenare insieme, altrimenti ci diamo il cambio per stare con Pagnottella. La sera fino a mezzanotte in genere me lo tiene lui, così che io posso riposare, magari dormendo fino alla successiva poppata. ;)

    RispondiElimina
  2. io lo sospettavo e tu mi dai conferma: saremo mica gemelle separate alla nascita? a parte svaligiare l'ikea, abolire il ferro da stiro (ma lo facciamo solo per il risparmio eneregetico...) e non avere la casa {perfettamente} in ordine... anche le nostre giornate si somigliano molto. l'anno scorso lety aveva più o meno l'età di noemi, la mia giornata sembra la fotocopia della tua, a parte il fatto che io lavoro da casa. sì, sì... se ci incontrassimo noi due ne combineremmo delle belle! sono proprio curiosa di vedere i cambiamenti, per sapere cosa mi aspetta tra un annetto!
    p.s. anche io passo molte ore a rotolarmi sul tappeto e a gattonare in giro per casa...

    RispondiElimina
  3. ciao, raccontare la propria giornata ti rende più umana agli occhi delle altre mammme "in corriera" come le chiamo io (mettendomi nel gruppo ovviamente).
    mi sono persa il compleanno della piccolina e mi scuso. vi faccio tanti auguri in ritardo.
    a presto

    RispondiElimina
  4. Che bello! Anche a me piacciono questi racconti per il motivo che cita "rifugio da tutti". Rendono le persone che conosci solo attraverso il blog molto più vere, reali, simili a te.

    RispondiElimina
  5. Che bell'idea... magari la prendo come spunto di un post anch'io, concordo con Moona non è detto che trascorrere giornate diverse sia destabilizzante, basta che nella varietà ci siano alcuni punti fissi e mi sembrano decisamente esserci!!!!

    RispondiElimina
  6. Moona, ma sei bravissima!! Io mi ricordo ancora di pranzi fatti alle 16.00 i primi mesi!
    @tutte: sì, anche per me è stato così, scoprire come trascorrono le giornate le amiche virtuali è un po' come quando intravedi spicchi di vita altrui dietro le finestre illuminate... e fa sentire più vicine! E poi mi piace l'idea di "fermare" le mie giornate :-)!
    @Linda: a presto con gli aggiornamenti ;-)!
    @MissMeletta: è vero, a posteriori posso dire che Leti è una bimba molto flessibile... in realtà sottovalutiamo i bambini, loro si adattano molto più di noi ;-)

    RispondiElimina
  7. vuoi sapere la mia giornata che ne ho 4? e curo l'amministrazione della mia pizzeria? oj domani lo faccio, ti anticipo solo che per stare qua adesso che dormono i piatti li lavo domani mattina perche altrimenti non potrei avere tempo per me stessa e questo tempo ce lo qui solo con voi, e ne ho bisogno come l'scqua nel deserto...scusate se non sono perfetta

    RispondiElimina
  8. Non sei perfetta??? E chi lo è? Siamo tutte qui in fila alla fonte d'acqua nel deserto :-)! Ti ammiro tantissimo, quattro figli... deve essere splendido ma anche davvero impegnativo... e mi consola sapere che riesci ad essere qui!

    RispondiElimina
  9. avevo bisogno di un posto come questo... in questo periodo mi sento sempre in corsa ... e riesco a fare molto poco...

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    sí prima o poi racconteró anche la mia giornata, promesso!

    RispondiElimina
  11. ma nooooo e che avrà mai avuto la tua zona di cottura di ... diverso dalla mia????? ah ah!!
    Roby

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails