Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

domenica 28 novembre 2010

Avvento: comincia l'attesa...

Ricomincia l'anno liturgico: un nuovo inizio all'insegna dell'attesa, di una promessa che si rinnova, di un re bambino che arriva, di un Dio che si fa uomo... ricomincia questo cerchio che ci abbraccia, uniti, ci accompagna, ci guida, promessa d'Eternità...

Un'attesa speciale, per noi, come due anni fa, quando Letizia stava per venire al mondo... Ma, se allora i preparativi erano frenetici, quest'anno desidero un'attesa di raccoglimento, all'insegna della lentezza,  della preghiera, dell'ascolto, dello sguardo carico di meraviglia che solo i bimbi sanno insegnare... 


Stamattina ci siamo svegliati tra tetti bianchi, in sottofondo i canti di  Natale, una colazione a tre, la Messa, la Confessione...

Per festeggiare, un piatto di tagliolini al limone con vongole, battuto di olive , acciughe e capperi... Il papà è scappato al lavoro, Leti riposa... mi godo il silenzio, lo trasformo in attesa, piccoli segni del Natale che arriva fanno capolino: 



Ieri, ispirata da Perfectioconversationis che ne ha magnificamente spiegato il significato, ho realizzato la nostra corona dell'Avvento: volevo usare l'alloro per non sacrificare un abete con un'intempestiva "potatura", poi, tornando da una passeggiata, abbiamo trovato un grosso ramo caduto... et voilà:



Una piccola corona decora adesso anche il tavolo della cucina, vestito a festa con la tovaglia nuova...



Non ho avuto cuore di sacrificare i pastelli a cera  di Letizia per colorare le candele di viola, simbolo liturgico dell'Attesa,  ma, se le vostre scorte sono più nutrite delle nostre, potete leggere come fare qui.

La candela della speranza attende di vederci riuniti, al ritorno del papà, per essere accesa da Letizia: insieme reciteremo la preghiera che ho trovato qui...

E poi fervono i preparativi delle decorazioni per l'albero: quest'anno sarà com'era un tempo, quando, a detta della mia mamma, i doni ambiti erano arance, mele e frutta secca: decorazioni naturalistiche e in pasta di sale allora... c'è materiale per impegnare pomeriggi interi! Con Leti abbiamo iniziato ieri: all'impasto di sale fino e farina in uguale proporzione abbiamo aggiunto un cucchiaino di colla vinilica (per aumentarne la resistenza) e uno di olio di Vaselina (perchè fosse più morbida)... e infine: i colori a dita! Alberelli e stelline si stanno asciugando sul termosifone!



Il presepe crescerà piano piano, in armonia col significato di ogni domenica d'Avvento: oggi si fa memoria delle profezie che annunciarono l'arrivo di Gesù, nel nostro paesaggio ancora vuoto la stella cometa inizia il suo viaggio...
Anche il Presepe per la cameretta di Leti è in lavorazione mentre un altro rito attende tutti da mercoledì: l'apertura delle finestrelle del calendario dell'avvento, il completamento del presepe adesivo e l'ascolto delle fiabe raccolte nel Cd allegato... sì, non mi ero ancora risolta a realizzare un calendario "fai da me" quando papà ha trovato questo:



Per quest'anno, così, mi dedicherò alla creatività per escogitarne uno personalizzato per lui! 

Eccoli qui, uno dopo l'altro, i nostri momenti di attesa, progetti e un buon proposito: vincere la pigrizia, ricominciando, tra l'altro, con l'autoproduzione un po' meno sporadica di yogurt e pane!
Nell'aria, intanto, aleggia profumo di casa mia: mio padre è stato sempre un artista a sbucciare le arance, mi ha insegnato a ricavarne lunghe strisce di buccia che facevamo seccare sul termosifone e che, bruciate, profumavano l'aria, proprio come ora:


Una vocina dalla stanza vicino mi invita ad ascoltare le campane della sera, vado!
Buon Avvento a tutti!


14 commenti:

  1. Quanta serenità si legge tra le righe di questo post :-)
    Mi spieghi come si bruciano le bucce delle arance? Io conservo quasi sempre le bucce di mandarini ed aranci e le metto sul termosifone, ma non profumano tantissimo l'ambiente...

    RispondiElimina
  2. Che belli questi preparativi... Anch'io amo molto la corona dell'Avvento.
    Vi auguro una serena "attesa".

    RispondiElimina
  3. ...AVVENTO...ATTESA..VENUTA...UN DOLCE ANNUNCIO....E POI L'ARRIVO...
    L'IDEA DEL CENTRO TAVOLA CON LE CANDELE SIMBOLO DELLE 4 DOMENICHE D'AVVENTO MI PIACE MOLTO...
    ANCHE IO come claudia metto le bucce sul calorifero ma non profumano molto l'aria...
    Buon avvento a voi1

    RispondiElimina
  4. Bellissima questa domenica...anche noi abbiamo fatto un candeliere dell'avvento...
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. che bell'attesa e che bel profumo si respira da questo tuo post...buona serata e buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
  6. il natale si avvicina, i preparativi fervono, ma le luci, le decorare nelle nostre case, gli addobbi hanno senso solo se riflettono una nostra preparazione interiore per il grande momento che ci aspetta! cara anna, condivido in pieno tutte le tue bellissime parole! grazie... un abbraccio, linda

    RispondiElimina
  7. ops... leggete decorazioni, non decorare!

    RispondiElimina
  8. il tuo post trasmette proprio quella serenità e felicita che il natale dovrebbe significare..
    il profumo delle arance sul termosifone attenderà il domani per noi..

    RispondiElimina
  9. @Claudia e Mariuccia: Dopo averle fatte seccare sul termosifone per qualche giorno basta bruciarle, avendo cura di raccogliere la cenere che cadrà in un pentolino o in una ciotolina riservata all'uso... quando si spegnerà il fuoco, il fumo profumerà l'aria!

    RispondiElimina
  10. Anche noi siamo nei preparativi, Pietro non partecipa ancora attivamente ma guarda tutto curioso e stupito, soprattutto le luci che brillano nelle casette del presepe!!! La corona dell'avvento la accendo da molti anni, ma per noi quest'anno è davvero magica

    RispondiElimina
  11. UN mare di idee! E una dolcezza immensa.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails