Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

venerdì 3 settembre 2010

Un progetto d’Amore più grande


Qualche post fa mi è capitato di usare questa espressione che, forse, ha creato qualche perplessità, così ho pensato di spiegarvela, di spiegarvi ciò in cui credo

Se mi guardo indietro, se guardo alle gioie e soprattutto ai dolori della mia esistenza non posso che trovare un Senso in tutto quello che è successo: la delusione sentimentale di ieri è diventata la felicità di oggi, l’amicizia tradita ha fatto nascere nuove, profonde, vere amicizie, le difficoltà mi hanno resa più forte, nulla mi ha lasciato vuota a lungo, tutto mi ha arricchito… e anche quei dolori, come questo, che è proprio difficile spiegarsi, sono sempre presenti al mio cuore… e trovare loro un Senso nel mio essere migliore ogni giorno è impegno quotidiano…

Ecco, credo che questo valga per la vita di ognuno di noi: non siamo nelle mani del caso ma tra le braccia di un Padre che non si limita a guardarci dall’alto ma si è fatto uomo, povero


immigrato (ricordate a fuga in Egitto?)


orfano di padre (quello adottivo, s’intende)



Un Padre che si è fatto carico dei nostri dolori:

la morte di un amico (e cugino)
 

la tentazione 


il tradimento di un’amicizia 
 

il dubbio e la paura 


la sofferenza



la giustizia ingiusta


la morte in croce…


E che ci ha mostrato che il nostro Destino è oltre il dolore, è Resurrezione…

E questa Resurrezione avviene ogni giorno, quando, fidandoci e affidandoci, leggiamo negli eventi o disperatamente cerchiamo o coraggiosamente costruiamo il Senso delle nostre vite, un Senso che senza dubbio ci trascende, il Senso che non si ferma a noi ma procede nel tempo e ci lega gli uni agli altri, il Senso che da quel Padre è scritto, con Amore infinito, per ognuno di noi…

7 commenti:

  1. C'è una frase dei "Promessi sposi" che dice: "Dio non turba mai la gioia dei suoi figli, se non per prepararne una più grande".
    Quando sono in difficoltà cerco di ripetermela spesso e qualche volta trovo la consolazione anche perché ho constatato anche io che le delusioni di ieri si sono trasformate in qualcosa di positivo oggi.

    RispondiElimina
  2. ...Ciò in cui credi è un eterno progetto d'amore....nel quale credo anche io....
    e sono d'accordo con Lory...le delusioni o i dolori di ieri sono il frutto di azioni e momenti positivi,di crescita, di rafforzamento dello spirito....
    buonagiornata e buon lavoro...
    Mariuccia

    RispondiElimina
  3. Bisogna avere un grande cuore per affidare tutto se stessi nelle mani di Dio. Ci ho provato, forse l'ho cercato nei momenti sbagliati o nei modi sbagliati, ma sono in credito di un po' di risposte... quando sarà il momento spero di avere quelle risposte ai miei "perchè". Un abbraccio...

    RispondiElimina
  4. ...che bello questo post, quasi si può toccare...bellissime le immagini che hai scelto (soprattutto quella di San Giuseppe GIOVANE che gioca con il bambino. Immagini rarissime).
    il mio papá, poco prima di andare in Cielo, rispose alla mia domanda sulla sofferenza dicendo che potare un albero non serve per ucciderlo ma per rendere più vigorosi i suoi rami. un grande autore diceva che la gioia ha le radici a forma di Croce. penso siano grandi Verità, anche se a volte è difficile crederci presi dalla rabbia o dall'impotenza. Però, se si vedono certe cose con il senno di poi, sembrano incastrarsi perfettamente. Altre no. non ci è dato sapere tutto. Fa parte di questa nostra fiducia nell'essere figli, nel volersi abbandonare.

    RispondiElimina
  5. Grazie per avermi aperto i vostri cuori, amici...
    @Ruben: sono certa che arriveranno, i figli sono un veicolo privilegiato di risposte se non ci si stanca di cercare, un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. che bello! anche io so che è così. grazie per avercelo ricordato!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails