Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 26 agosto 2010

Nel cuore il canto del mare

Post all’insegna della nostalgia…

Ci mancano il canto, il profumo del mare fuori dalla finestra!! Mi manca il maritino tutto per noi, mi mancano i momenti di pausa e lettura che mi regalavano i giochi di sabbia di Letizia, mi mancano le passeggiate serali!!

Ok, mi ricompongo… E vi parlo di quella che è stata la nostra “casa” per questi venti giorni… sì, perché ci siamo sentiti proprio a casa a Villa Denia! La storia dell’albergo la potete leggere qui: una storia d’amore e di una passione per l’ospitalità tramandata di generazione in generazione, una storia che gli stessi dettagli d’arredo della Villa, dai quadri alle fotografie, al mobilio, raccontano e mantengono viva… 
Abbiamo dormito in una stanza naturalmente fresca ad ogni ora del giorno e della notte (non abbiamo acceso una volta l’aria condizionata!), con un balcone affacciato sul mare che ci cullava col suo canto notturno e ci dava il buongiorno con i suoi colori, al mattino… della cura per i dettagli vi ho già raccontato: tende, cuscini e copriletto coordinati in una fantasia romantico-provenzale in perfetta sintonia con la testata del letto e i comodini “antichi” e per le scale e nei locali comuni, soprammobili, quadri, reti dal sapore di mare… E naturalmente, Jonathan, il “nostro” gabbiano preferito, che Letizia non mancava di salutare ogni mattina!




In due minuti eravamo in spiaggia, sotto il nostro ombrellone giallo… dopo un’abbondante colazione a base di cappuccino, the aromatizzati (di cui mi è rimasta la passione), brioches, yogurt, cereali… con un buffet ricco di prosciutto, formaggio, uova sode, torte, frutta fresca e secca, marmellate e nutella a volontà! Solo la promessa della “pappa llollòra” (la pappa della signora) convinceva Letizia ad alzarsi :-)!

Per venti giorni siamo stati circondati da disponibilità, attenzione autentica, cortesia discreta… La signora Lucia mi ha fornito una piastra elettrica per preparare il pranzo a Leti, nel frigo della camera potevo conservare in sicurezza tutti gli ingredienti freschi… e che dirvi dei libri? Spero di parlarvene nei prossimi venerdì del libro! Una piccola e ben fornita libreria nella saletta propone gialli, libri storici, d’arte e d’avventura… ma la vera esperta è la signora Lucia, pronta a consigliare titoli accattivanti! E’ davvero un piacere conversare con lei!

Per noi Villa Denia è stata proprio una familiare oasi di relax, ci portiamo nel cuore il frinire delle cicale e i pisolini di Chicca! Grazie a tutta la famiglia! 



9 commenti:

  1. Vuoi una visione al positivo?
    Pensa che bello aver potuto vivere questi venti giorni in questo modo, che bello essersi ricaricati, che bello essere stati così insieme.
    Si riparte con più voglia e energia!

    RispondiElimina
  2. Credo bene che ti mancano tutti quei momenti, solo a veder le foto si vede che è un posto rilassante e davvero bello dove trascorrere una vacanza :-)

    RispondiElimina
  3. che belle vacanze...ci credo che ti mancano!

    RispondiElimina
  4. Eh bhè, si sente dalle tue parole che siete stati d'incanto.Ma ho la sensazione cara Piccolalory, che tu sia un pochino come me. Sai assaporare, godere e fare tua ogni cosa. Sono convinta che il posto è stupendo,ma avresti saputo creare tale magia anche in cima a una montagna.Hai detto che il tempo e il mare era un po' brutto, ma niente di tutto ciò traspare dalle tue parole, perché tu 'sai guardare un po' più in là'. Per questo (e molto altro) mi piaci.
    Smack!

    RispondiElimina
  5. @Alchemilla: hai ragione!! Grazie... :-*
    @Simo: posso abbracciarti forte forte?? Se mi dovessi dimenticare di questo dono, ogni tanto, me lo ricorderai, vero? Grazie grazie grazie, sono commossa... Un bacio grande!

    RispondiElimina
  6. Davvero una bella vacanza, ma ti accompagnerà ancora dentro di te... Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia....e jonathan....splendido gabbiano!!:-)

    RispondiElimina
  8. A parte che io ripartirei per andare in vacanza con qualsiasi destinazione e nessun preavviso, ma questo posto pare proprio uno di quelli che rimangono nel cuore, quelli nei quali partendo lasci un pezzettino di te.
    E quindi, parafrasando-mi pare- Sant'Agostino: non piangere per esserne venuta via ma gioisci per averlo avuto!
    DaniVerdeSalvia

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails