Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

sabato 22 maggio 2010

Tutto è cominciato così


Dopo quattro anni mi sono trovata costretta da uno spam insistente e sgradevole a chiudere il mio primo blog… L’ho aggiornato fino a qualche settimana fa ma era diventato effettivamente complicato gestire due siti in parallelo e controllare i cinesi che mi riempivano i commenti di link… di qui la difficile scelta… ma poiché non siamo nulla senza le nostre radici e dal momento che qualcuno vorrà magari sapere chi si nasconde dietro questa tastiera e come abbia deciso di scrivere un blog... ecco, ho deciso di aprire una nuova categoria, “Ricordi”, in cui riproporre i post del mio passato e dar loro nuova vita condividendoli con voi… Così… ecco a voi, tutto è cominciato così:

Al davanzale…

Ecco qui la mia finestra sul mondo. Da tempo volevo realizzare un mio sito. Ma come racchiudere in qualche pagina, anche se in fieri, la complessità che ognuno di noi, credo, sente propria? Un blog è diverso: è raccontarsi giorno per giorno, senza pretese di esaustività… è come la vita, una ricerca di senso che prende le strade più strane, non necessariamente coerente, mai conclusa perché le tue carte appartengono anche alla storia, alla vita di altri… Sarà in questi destini incrociati la nostra immortalità? Anche, senza dubbio. Anche per questo un blog, per incrociare o continuare a farlo, etiam per questa via, la mia vita con quella di altri. Grazie, intanto, a tutti coloro che già della mia vita fanno parte: grazie ai miei alunni, che mi hanno fatto ritrovare la voglia di raccontarmi che avevo a 18 anni (già, prendetevela con loro!); grazie alla mia collega di Storia e Filosofia, che ha coniato il mio simpatico nick e che mi è stata preziosa compagna e guida (ciao Giuse!); grazie alla Grande Lory, la mia mamma e tutto il mio mondo, grazie al mio babbo tenero e brontolone, grazie a mia sorella, a quella vera e a quella d’elezione, la mia amica del cuore Emanuela, che di cercarmi e scoprirmi non si stanca mai; grazie all’Amore della mia vita, Alberto, per sempre e un giorno al centro del mio mondo… grazie a tutti voi, poeti, scrittori del passato e del presente, che mi avete dato le ali e che non finirò mai di scoprire; a tutti i miei insegnanti, che hanno fatto di me quello che sono; agli amici con cui sono cresciuta, a quelli con cui crescerò… Grazie a tutti coloro che non dico, ma che sono sempre presenti al mio cuore.

Leggete Calvino, Il castello dei destini incrociati…

25 giugno 2006 14.17

5 commenti:

  1. Cinesi nei commenti con i link e tu costretta a chiudere un blog? Ma succede anche questo???

    RispondiElimina
  2. Quella dei cinesi mi incuriosisce!
    Bellissimo il primo post!
    Ah...giusto per conitnuare sulla schiera della clonazione:
    1. "Il castello dei destini incrociati" è il mio Calvino preferito
    2. Anche Daddy-Bear si chiama Alberto.

    RispondiElimina
  3. @mariacristina: ebbene sì, bastava che trascurassi il blog per qualche giorno per trovare commenti interminabili pieni di link :-((
    @Roccia: separate alla nascita :-)

    RispondiElimina
  4. Se ti può consolare proprio oggi uno, naturalmente anonimo, mi ha scritto un sacco di parolacce tanto che ho deciso di mettere la moderazione ai commenti, cosa che non avrei mai pensato di fare!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails