Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 9 ottobre 2008

Sorrisi

Avete mai notato come sia semplice rendere migliore la giornata di qualcuno, anche solo per un attimo?
Sarà che quest’anno non ho i soliti pacchi di compiti in agguato su ogni superficie piana di casa (beata me, lo so), sarà che il pancione costringe a rallentare i ritmi… insomma, in questi giorni mi piace far sorridere il mondo.
Sportello della posta, pomeriggio. Dall’altro lato il GGG – il Grande Gigante Gentile- così lo abbiamo soprannominato il maritino ed io: un omone dai modi timidi e gentili… e un campione di efficienza: tempo di pagamento di un bollettino con lui - 5 secondi netti… roba da sentirsi in colpa perché non si conosce il pin a memoria e gli si compromette il record. Bel bella me ne arrivo, felice come una Pasqua poiché il mio dolce consorte –Santo subito- mi ha affidato la sua preziosa poste pay per comprare tante cremine on-line… Ricarico, impelagandomi ovviamente tra carte  e ricevute, intanto non resisto e glielo dico: “Sa che lei è proprio un campione di efficienza?”.
Si intristisce il GGG: in barba al tempo record – ma sempre  procedendo con l’operazione- mi spiega che è per quello che l’hanno trasferito lì mentre a lui piaceva tanto la posta centrale; l’hanno mandato “per mettere un po’ d’ordine e migliorare il servizio”. Capisco cosa si nasconde dietro quella tristezza… una prof. lo sa, è dura la sorte dei “primi della classe”… “Beh –concludo- la capisco, ma, finché resta, noi siamo fortunati e felici di averla qui!”. Pam. Arriva. Il sorriso più luminoso della giornata, e un “grazie, grazie” che mi accompagna fino all’uscita… Felicità.
 

3 commenti:

  1. - 10/10/2008 20.31.35
    sono d'accorco con te, basta poco per illuminare una giornata a chi incontriamo... anche se magari non ci si rivedrà più quel sorriso resta per sempre !!!
    sai, cerco di ricordare sempre a me stessa che, allo stesso modo, possiamo fare soffrire...

    RispondiElimina
  2. - 10/10/2008 21.35.48
    Vero! E quante volte accade senza che ce ne accorgiamo... penso che sia uno dei motivi per cui ci è dato di sperimentare il dolore: ci rende più attenti e sensibili nei confronti dell'altrui sofferenza.

    RispondiElimina
  3. - 06/04/2010 13.58.01
    Grazie per aver condiviso questa storia così tenera! Claudia

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails