Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath Happy Birthday tickers

Daisypath - Happy Birthday

giovedì 11 gennaio 2007

LA DIVINA COMMEDIA, UNA LEZIONE D’AMORE (1)

Perché studiare Dante? 

Perché a giovani a cui si vuol far credere che l’amore è egoismo, fiction, sesso o copyright di Maria de Filippi Dante insegna – anche- ad Amare. E si può credere a tutto o a nulla ma l’Amore è un desiderio che sboccia nel cuore di ciascuno.

Dante insegna ad Amare. 

Insegna prima di tutto che Amore non è  “Amor, ch'al cor gentil ratto s'apprende” per una “bella persona”, non è –solo- attrazione fisica, né volontà egoistica di possesso, “Amor, ch'a nullo amato amar perdona”, Amore non è evasione letteraria in fantasticherie, “Noi leggiavamo un giorno per diletto”, né passione che subito divampa, incontrollata -“quel giorno più non vi leggemmo avante”- che sminuisce l’uomo, negando la sua libertà, riducendolo a preda di una forza che lo “prende”, lo trascina, preda di un istinto che ne frustra la razionalità (“che la ragion sommettono al talento”). E la grandezza di Dante sta nel dirci tutto questo senza superbia e con l’umana pietà di chi per primo riconosce di non essere perfetto, di chi riconosce di aver amato male e ha la forza di ammetterlo negando la seducente attrattiva della passione di cui ha nutrito la propria adolescenza, quando si rifugiava in camera per pensare a Beatrice, sognava l’amata divorare il suo cuore, sorretta tra le braccia da Amore, potente signore, spaventoso idolo, e non mangiava, non dormiva, spasimava per un sentimento che lo rendeva schiavo…


(Continua)

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails